LANGHELANGA DEL BELBOCossano BelboAttualità

Mixology nel segno di Cesare Pavese: alla Bartales Toso cocktail competion 2019

Si è svolta presso il Museo Enologico Toso di Cossano Belbo, in provincia di Cuneo, la Bartales Toso Cocktail Competion 2019 in cui 16 bartender si sono sfidati a colpi di shaker creando cocktail originali legati al celebre scrittore e poeta Cesare Pavese, originario della Valle Belbo.
La competizione, organizzata dalle Cantine Toso in collaborazione con Bartales, ha visto i 16 concorrenti impegnati a sviluppare, con creatività, immaginazione e professionalità, cocktail ispirati dalla vita e dalle opere di Cesare Pavese – della cui produzione letteraria il territorio della Valle Belbo è il cuore pulsante. Protagonista indiscusso è stato il meglio dei prodotti Toso: amaro Toccasana, Vermouth di Torino Superiore Gamondi e Asti Secco DOCG Toso sono stati utilizzati come ingredienti di base per creare ricette piene d’inventiva.
Il vincitore assoluto è stato Sean Merello, bartender genovese che con il suo cocktail “In memory of an american friend” ha conquistato i cuori e i palati di una giuria composta da critici e degustatori d’eccellenza. Il cocktail, valutato in tutti i suoi aspetti – dalla presentazione, al piacere visivo e gustativo, fino all’ecosostenibilità – ha come ingrediente principale il Vermouth di Torino Superiore Gamondi, nella sua versione rossa.
La ricetta di questa raffinata opera di mixology, creata con la tecnica del Mix and Strain prevede:
3 cl Bourbon Whisky
3 cl Gamondi Vermouth di Torino Superiore Rosso
1 cl Liquore alla nocciola
2 dash Chocolate bitter
Servito in una Coppa Michelangelo, guarnito da canestrelli alla nocciola e bianco di Monferrato, questo cocktail vincente unisce tradizione, territorialità, innovazione e ispirazioni letterarie in un mix davvero unico.
L’ingrediente principe di questo cocktail è il Vermouth di Torino Superiore Gamondi, che esiste in due versioni: Bianco e Rosso. Questo grande classico è stato riscoperto dai maestri vermuttieri di Casa Toso che hanno seguito l’antica ricetta originale di Carlo Gamondi – fondatore a fine Ottocento dell’omonima casa produttrice di Acqui Terme; una vera eccellenza che, grazie al metodo produttivo di grande complessità, la tecnologia impiegata e il rispetto per la tradizione e il territorio è un fiore all’occhiello della cantina di Cossano Belbo. Il Vermouth Gamondi viene creato rispettando religiosamente ogni passaggio dell’antica ricetta, con attenziona alla stagionalità e ai tempi di raccolta delle erbe aromatizzanti, la differenziazione dei tempi e dei metodi di infusione, l’importanza del periodo di affinamento del prodotto – molto più lungo rispetto a quello di un normale Vermouth. Proprio per tutte queste caratteristiche il Vermouth di Torino Superiore Gamondi è un prodotto armonico e autenticamente piemontese, il cui vino base è, naturalmente, il Moscato d’Asti DOCG. Per quanto riguarda l’infusione dell’assenzio torinese – la principale erba aromatizzante – il compito è affidato, invece, al vino Cortese

Tags
Show More

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close
Apri chat