ROERO OVESTCeresole d'AlbaROEROAttualità

A Ceresole d’Alba il ricordo del sacrificio dei Martiri

Il consueto lancio di palloncini, bianchi e luminosi a trasmettere memoria e speranza di un futuro migliore, ha concluso la commemorazione del 78° anniversario dei Martiri, come li hanno chiamati a Ceresole d’Alba intitolando loro una via del paese. Nel luglio del 1944 qui si verificò una delle tante stragi nazifasciste in Italia: nove giovani furono trucidati e i cadaveri lasciati appesi in paese, feroce monito verso la popolazione che chiedeva solo pace e liberazione dal giogo della dittatura. Tra il municipio e la chiesa parrocchiale, la manifestazione serale è stata partecipata anche dalle nuove leve, i giovani del centro sociale Strike Up. Ospiti d’onore sono stati il presidente della Regione Alberto Cirio e il consigliere della Provincia di Cuneo Stefano Rosso. Il sindaco Franco Olocco sottolinea, oltre al richiamo anch’esso attualissimo alla concordia tra i popoli, «il valore della democrazia» – ri­affermato da questa ricorrenza. Un valore che «non va soffocato specie in un periodo storico in cui molti Stati propongono modelli autocratici solo apparentemente più efficaci ed efficienti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com