Una serata ricordando Gipo a fin di bene: con raccolta fondi per Sos Bra

179
I protagonisti con la conduttrice. Il gruppo dei “Diversamente Giovani” sul palco del polifunzionale di Bra

Anche Bra ha reso omaggio a Gipo Farassino. Sulle note di “Serenata ciocatona”, “Ël 6 ëd via Coni”, “Porta Pila”, “Serenada a mama”, “Col dì”, “Pocionin”, “Matilde Pellissero”, “T’em ciamave prussòt” e di tanti altri successi del grande cantautore piemontese scomparso l’11 dicembre 2013, la band dei “Diversamente Giovani”, ha accompagnato il foltissimo pubblico presente all’Auditorium rpino in un viaggio nella Torino degli anni ‘50 e ‘60, quella che Gipo ha saputo raccontare con autoironia e che è arrivata fino a noi con un po’ di melanconia.

Lo spettacolo messo in scena nella serata di sabato 9 marzo in  è stato un tributo allo chansonnier che è riuscito a superare la tradizione della canzone dialettale per giungere all’esperienza cantautorale e teatrale, diventando una delle figure di maggior valore della canzone d’autore italiana. I suoi brani sono la voce dell’anima più profonda di Torino, quella delle periferie: egli stesso infatti arriva da Barriera di Milano, quartiere operaio fatto di case di ringhiera e di povertà, sempre però vissuta con dignità e orgoglio. Parte del ricco repertorioa di Farassino ha rivissuto a Bra con le musiche suonate da Arturo Maccagno (tastiere), Nino Zorgnotti (chitarra basso), Sergio Fasano (batteria), Claudio Gallizio (chitarra più voce. E che voce!), Giancarlo Chiesa (fisarmonica e voce). Una serata di suoni e storie, quelle raccontate da Silvia Gullino all’inizio di ogni canzone, per ricordare Farassino in quel suo viaggiare in equilibrio precario tra memorie di barrieranti pasticcioni e i sentimenti più intimi della fanciullezza, trascorsa nei cortili di un tempo che fu.

Al termine dello spettacolo c’è stata una raccolta fondi destinata al Comitato Sos Bra chiama Bra, che sostiene progetti di assistenza per le famiglie e l’infanzia in difficoltà. Perché se ci deve essere festa, è giusto che ci sia per tutti.