Il prof. Zecchina ha dato lezione ai “Bravinricerca”

Riceviamo

da Fondazione Crb

e volentieri pubblichiamo.

Al Liceo “Giolitti Gandino” si è svolta la 35ª lezione universitaria nell’ambito del progetto Bravinricerca:  questo ambizioso progetto, al suo quinto anno di vita, è sostenuto  finanziariamente dalla Fondazione della CrBra ed è rivolto agli studenti  del territorio che manifestano una particolare inclinazione, capacità e passione, verso le discipline scientifiche, intendono dedicare la loro vita alla ricerca scientifica.

La lezione tenuta dal prof. Adriano Zecchina era incentrata sul tema “La tavola periodica degli elementi: maestra di scienza e di vita”. Le scoperte della scienza chimica hanno influenzato la storia europea e mondiale in pace e in guerra: gli esempi vanno dal giallo di Van Gogh alla sintesi dell’ammoniaca (a partire dall’ azoto atmosferico e dall’idrogeno) avvenuta all’inizio del Novecento, la quale ha permesso sia lo sviluppo dei fertilizzanti e la crescita della popolazione sia la produzione di esplosivi per scopi pacifici e bellici.

Il curriculum del relatore, prof. Zecchina, è prestigioso e ricco di esperienze nella ricerca: chimico, professore emerito di chimica fisica all’Università degli studi di Torino; celebre a livello nazionale e internazionale per centinaia di lavori scientifici e riconoscimenti; insignito del premio letterario per la divulgazione scientifica “Galileo” 2014; membro dell’Accademia delle Scienze di Torino; membro dell’Accademia dei Lincei; socio dell’Accademia europea delle Scienze e delle Arti; autore del saggio “Alchimie nell’arte. La chimica e l’evoluzione della pittura”, Zanichelli.