Raccolta sfalci verdi: richieste raddoppiate per i cassonetti domiciliari a Bra

Altri 800 arriveranno entro fine maggio: questa la promessa del Municipio di Bra agli utenti in attesa di ricevere il contenitore per la raccolta domiciliare della frazione verde dei rifiuti. «Dopo un minuzioso censimento delle dotazioni disponibili nei centri di stoccaggio del Comune e del consorzio Coabser, oltre all’acquisto di nuovo materiale, è stato possibile dare una risposta positiva alle richieste pervenute in questi mesi all’Ecosportello» –recita un comunicato di Palazzo Civico.

L’attesa con l’avanzare della stagione primaverile, in cui i giardini cominciano a produrre quantità di sfalci e potature, aveva suscitato malumori (si veda la lettera pubblicata a pagina 45 di questo giornale). Il Comune si difende facendo notare che la «quantità di richieste è andata quasi a raddoppiare il numero di utenti serviti fino allo scorso anno, quando era vigente un diverso appalto di servizio». La consegna dei bidoni avverrà a cura della ditta incaricata della nettezza urbana, la Ambiente 2.0, gli operatori lavoreranno con orario esteso anche al pomeriggio. «Questo allo scopo di completare il programma nel più breve tempo possibile» –prosegue il comunicato dell’Amministrazione.E conclude: «Il servizio per le utenze dotate di contenitore sarà poi attivo dal primo passaggio di raccolta utile previsto nel calendario già distribuito precedentemente. Si ricorda che il materiale va conferito sfuso senza utilizzare sacchi di plastica».

X