ROERO SUDROEROSommariva PernoAttualità

Il banchiere Beppe Ghisolfi nominato Cavaliere del Roero

Il banchiere internazionale e pioniere dell’educazione finanziaria entra nel novero degli ambasciatori di un territorio di alto pregio storico ed enologico, da decenni al centro delle strategie promozionali della congregazione guidata dal Gran Maestro Carlo Rista
L’associazione, che nel 2022 celebra il primo quarantennale, ricomprende diverse centinaia di iscritti, oltre una ventina di Comuni ed estende il proprio raggio di azione da Torino a Milano e anche Oltralpe
Molto importante l’aspetto delle politiche educative e delle sinergie con il mondo didattico, confermato dalle numerose borse di studio finora erogate ad alunni meritevoli
Beppe Ghisolfi, banchiere internazionale e saggista finanziario di successo, si conferma una volta di più ambasciatore territoriale. A sancirlo, la cerimonia di benvenuto nell’Ordine dei Cavalieri di San Michele del Roero, preordinata sabato sera dal Gran Maestro Carlo Rista al Roero Park hotel di Sommariva Perno, nel contesto della consueta veglia di Natale che ha celebrato e ufficializzato la nomina di 25 nuovi appartenenti.
Un successo autentico di adesioni a un evento conviviale molto sentito dall’intera comunità di un territorio da quarant’anni – 50 se si considera la nascita della capostipite Libera Associazione del Roero – al centro dell’azione promozionale di area vasta di questa congregazione che prese avvio nel 1982 a Bra nell’allora ristorante albergo L’Arcangelo di strada San Michele.
L’associazione si prefigge la rivalutazione in senso distintivo e su base anche internazionale di un’area geografica nella quale molti borghi sono nel tempo divenuti un patrimonio UNESCO per la straordinaria ed elevata ricchezza e varietà dell’offerta storico-paesiggistica, culturale e vitivinicola.
I Cavalieri del Roero hanno progressivamente esteso, in forma stabile, le proprie innumerevoli attività di mecenatismo e di narrazione ben oltre i confini del distretto intercomunale di competenza, arrivando fino a Torino e a Milano e Oltralpe.
Al fine di trasmettere alle giovani generazioni l’impegno alla cura e alla tutela del patrimonio materiale e immateriale roerino, la congregazione – aspetto divulgativo molto caro al Professor Ghisolfi e foriero di prossime promettenti iniziative – realizza bandi per l’assegnazione e l’erogazione di borse di studio agli alunni meritevoli e, in sinergia con l’azienda vinicola della Famiglia Negro, indice il Premio giornalistico del Roero la cui valenza ha valicato da tempo i confini regionali e nazionali.
Il Professore banchiere ha inteso ringraziare il Gran Maestro Rista e tutti i presenti per il caloroso benvenuto, confermando il proprio legame affettivo e anche con una realtà geosociale della quale è stato a lungo narratore nel ruolo di giornalista e direttore di emittente TV Telecupole, dalla quale proviene altresì il noto cantautore e cantore Piero Montanaro, le cui note e voce hanno scandito lo scorrere di una serata augurale sia per le imminenti festività, sia per il nuovo anno di ripartenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button