dal PiemonteEconomia & Lavoro

Dalla Regione oltre 2,6 milioni di euro per 4 interventi sulle montagne cuneesi

Risorse per rilanciare gli impianti di Garessio, Bagnolo Entracque e Pontechianale. Primo blocco di una serie di accordi di programma che nelle prossime settimane riguarderanno varie aree del territorio piemontese.

La Giunta regionale ha dato il via libera a un investimento di 2.630.000 euro per quattro interventi dedicati tutti alla montagna del Cuneese.

In particolare a Garessio sono stati destinati 1,5 milioni per un intervento di rinnovamento degli impianti sciistici della stazione di “Garessio 2000” e 680 mila euro a Bagnolo Piemonte per la realizzazione dell’impianto di innevamento della stazione sciistica “RucaSki”.

Altri 350 mila euro a Entracque per un intervento di realizzazione della nuova pista per la pratica dello ski-roll e 100 mila euro a Pontechianale per un intervento di potenziamento dell’impianto di innevamento programmato.

“Sono risorse con cui vogliamo continuare a potenziare e rilanciare uno dei patrimoni naturalistici, culturali, turistici ed economici più preziosi del nostro Piemonte – spiegano il presidente della Regione Alberto Cirio e il vicepresidente e assessore alla Montagna Fabio Carosso, insieme all’assessore al Turismo Vittoria Poggio e allo Sport Fabrizio Ricca -. Sono interventi necessari che finalmente grazie alle risorse che mettiamo in campo potranno essere portati a compimento. La montagna è un luogo da vivere appieno e affinché ciò sia possibile è fondamentale offrire nuovi servizi e rilanciare quelli già esistenti. Tutte le azioni che la Regione sta mettendo in campo hanno questo come obiettivo: dai contributi per favorire chi sceglie di andare a vivere in uno dei nostri paesi montani a quelli per sviluppare le botteghe dei servizi a questi per rilanciare e valorizzare il sistema invernale e i nostri impianti di risalita”.

“Questo primo stanziamento – proseguono – è stato destinato a progetti già in fase di completamento o realizzazione attraverso risorse che andavano utilizzate entro il 2021, ma sono già in fase di predisposizione altri accordi di programma con cui interverremo nelle prossime settimane su altri progetti necessari che interessano varie aree del territorio piemontese”.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button