dal PiemonteAttualità

Conto alla rovescia verso il Simei: a Milano si parla di ecotecnologia

Sebbene si parli di un’industria agroalimentare, le aziende che producono vino hanno un impatto notevole in termini di inquinamento e di produzione di anidride carbonica. Non stupisce, quindi, che l’Unione Italiana Vini, che a cadenza biennale organizza a Milano il Simei (la fiera delle macchine enologiche) abbia un occhio di riguardo per chi fornisce alla filiera produttiva, macchine ecosostenibili. In occasione della 29ª edizione della fiera, che si terrà a metà novembre nella capitale meneghina, sarà assegnato l’“Innovation Challenge Lucio Mastroberardino Simei 2022” e tra i beneficiari ci saranno molte industrie che puntano al “green”. Quali sono le novità più interessanti? Una menzione va sicuramente alla Siprem, che ha trovato il modo di incanalare l’anidride carbonica che si sviluppa copiosa nel processo di vinificazione, nella camera d’aria delle presse pneumatiche utilizzate per la torchiatura delle vinacce.

Che dire, poi del tappo di sughero naturale monopezzo prodotto dalla Amorim Cork Italia, che consente di eliminare il tricloroanisolo (il famigerato gusto di tappo prodotto da un fungo), grazie a una combinazione ottimizzata di pressione, temperatura, vapore acqueo e tempo? Promette infine risparmio di energia e prodotti inquinanti anche il filtro “Safi” realizzato da Della Toffola, che nel suo “piccolo” contribuirà ad un minore risparmio di kilowatt grazie all’intelligenza artificiale, che consentirà di regolare la potenza sulla base dei flussi di liquido da illimpidire. Questi sono solo alcuni degli esempi, altri saranno presentati a Milano in quello che sarà un vero e proprio happening della tecnologia applicata al vino (e alle bevande in generale).

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button