ALBAAttualità

Ad Alba un bosco di 21 alberi al parco Tanaro per ricordare le vittime del Centro 21 di Riccione

Alba: un bosco di 21 nuovi alberi al parco Tanaro per valorizzare il dono del Centro nazionale Studi Tartufo e ricordare le sei vittime del Centro 21 di Riccione

Ventuno nuovi alberi saranno piantati all’interno del Parco Tanaro, dono del Centro nazionale Studi Tartufo al Comune di Alba. Si chiamerà il “Bosco21” e ricorderà le sei vittime dell’associazione di volontariato Centro 21 di Riccione che hanno perso la vita in un terribile incidente stradale avvenuto il 7 ottobre scorso.

Il Centro nazionale Studi Tartufo ha annunciato di voler donare gli alberi sabato, in occasione del convegno organizzato per il primo anniversario dal riconoscimento UNESCO alla Cerca e cavatura del tartufo in Italia, al momento della nomina di “Ambasciatore del tartufo italiano” alla speaker di Radio Deejay La Pina, molto legata alla onlus romagnola.

E oggi, 21 novembre, in occasione della Giornata nazionale degli alberi, istituita dal Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare per promuovere la tutela dell’ambiente, la riduzione dell’inquinamento e la valorizzazione delle piante,  l’assessore comunale Emanuele Bolla ha comunicato la prossima piantumazione del nuovo boschetto all’interno del Parco Tanaro.

L’assessore al Turismo Emanuele Bolla: “Ringrazio il Centro nazionale Studi Tartufo con Isabella Gianicolo e La Pina per aver voluto condividere con noi il ricordo delle vittime del Centro 21, associazione che si occupa di persone con la sindrome di Down. Visto il progetto in corso di rilancio e valorizzazione del Parco Tanaro, con i bandi aperti per l’organizzazione di spettacoli e per la gestione del chiosco, abbiamo pensato che possa essere il posto più adatto. L’idea condivisa con il sindaco e a cui stiamo lavorando in accordo con gli assessori Reggio e Barbero è di valorizzare parco Tanaro regalando all’area più alberi e richiamando più persone, mettendolo così al centro della vita cittadina”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button