Monteu Roero: un progetto per creare una «passeggiata» turistica sulle rocche

Monteu Roero: un progetto per creare una «passeggiata» turistica sulle rocche
Nella foto: Le rocche di Monteu Roero

MONTEU ROERO – Il Comune ha pubblicato il programma triennale dei lavori pubblici, l’elenco degli interventi messi in programma dalla Giunta diretta dal sindaco Michele Sandri. I più interessanti attengono alla valorizzazione del territorio in ottica turistica. In questo 2020 dovrebbe essere finanziato con 340mila euro l’ambizioso progetto chiamato “Passeggiando sulle rocche”: per la realizzazione di un percorso pedonale panoramico presso il capoluogo del paese. A questo dovrebbe poi collegarsi, l’anno successivo, il “progetto di paesaggio” per l’abitato della Villa. Altri 265mila euro dovrebbero venire investiti, sempre nel corso del 2020, in manutenzione straordinaria, riqualificazione energetica e messa in sicurezza dell’edificio che ospita la scuola dell’Infanzia.

Rimettere a posto la strada comunale in frazione Sant’Anna – Ferreri dovrebbe costare 150mila euro: anche questo lavoro risulta programmato dalla Giunta per l’anno in corso. Entrambi calendarizzati nel 2021, invece, risultano: la sistemazione idraulica del rio di Canale e del rio di Montaldo sul territorio monteacutese con il consolidamento dei movimenti franosi che preoccupano lungo via del Forno, in via XX Settembre e presso la piazza Roma. Per il rio la spesa stimata ammonta a 460mila euro per il primo lotto e a 1 milione di euro per il secondo ipotizzato da realizzare nel 2022. Per le frane servirebbero 360mila euro più altri 300mila euro sulla terza annualità. Si tratta di propositi: si vedrà cosa sarà effettivamente possibile mettere in cantiere in base alle risorse economiche che si renderanno disponibili per Monteu.

Contatta l'autore

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche: