Dal CuneeseAttualità

Turismo, in crescita i visitatori: Oltre mille persone hanno utilizzato l’ufficio turistico lo scorso anno

Aumento del 40% rispetto al 2020 20% in più del 2019 In maggioranza sono stati Italiani

L’ufficio turistico del Comune di Dogliani ha fornito i dati sui passaggi di visitatori nel Comune nel corso del 2021, che danno l’immagine di un settore in salute. Sono state oltre 1000 le persone che da maggio a novembre hanno utilizzato la struttura per le più diverse informazioni. Tra queste, il numero maggiore è rappresentato dagli italiani (60%), anche se occorre rilevare come la quota di stranieri sia molto significativa (30% Ue e 10% extra Ue). Di questi ultimi la maggior parte proviene da Germania, Olanda e Francia. A seguire svizzeri, inglesi, austriaci, danesi e norvegesi. Le principali richieste vertono su manifestazioni e strutture ricettive, dépliant e cartine, itinerari naturalistici, ristoranti con vista, aziende vitivinicole, luoghi da visitare, curiosità da scoprire, prodotti tipici e degustazioni. Particolare interesse ha avuto il circuito Bbcp (Big Bench Community Project) con le panchine giganti, nello specifico quella di Dogliani. I visitatori hanno dato vita a una vera e propria “caccia” alle Panchine, collezionando i timbri sul loro “passaporto” delle big bench.

Altra curiosità: il mese in cui si sono registrati più passaggi è stato agosto, seguito da settembre e luglio. Se negli anni passati i turisti prediligevano i mesi autunnali come meta di viaggio in Langa, quest’anno il turismo sembra essersi suddiviso in modo equo sia nei mesi estivi che in quelli autunnali. Nel corso dell’anno sono stati organizzati: un mercato straordinario (30 maggio), la mostra artistica in collaborazione con la Galleria d’arte Lunetta11 di Mombarcaro (giugno-luglio), la rassegna musicale Open Sounds (luglio), lo spettacolo teatrale Libri in scena: Alberi letterari (settembre), la rassegna musicale Vàlanga Sounds organizzata da Bistrot Vàlanga (giugno-luglio), I Caffè di Castello C’è (giugno-luglio-agosto), il Mercatino dell’antiquariato organizzato della Pro Loco di Borgo (luglio), la Festa di San Lorenzo della Pro loco Castello (agosto), il Festival della TV, la Fiera dei Santi e La Cisrà, la rassegna letteraria “Biblioteca nel Borgo”, proiezioni di film in collaborazione con il Cinema Multilanghe e il Presepe Vivente della Pro Loco Castello. «I dati sui passaggi presso l’ufficio turistico comunale sono confortanti.

Nel corso del 2021 si è registrato un aumento del 40% rispetto allo scorso anno e del 20% in più anche rispetto al 2019. Un segnale che ci fa guardare con ottimismo al prossimo futuro. La componente enogastronomica rappresenta una parte essenziale dell’esperienza turistica, ma non solo. Le produzioni tipiche e la ristorazione di qualità sono elementi vitali del nostro territorio, sempre più insieme all’offerta culturale, l’outdoor, la storia e le tradizioni. Tutto questo abbinato al lavoro e alla perseveranza degli operatori del settore», commenta l’assessore alla promozione del territorio Gian Luca Demaria, dopo l’esame dei dati forniti dalla responsabile dell’Ufficio turistico doglianese Giulia Barroero.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button