Testa di un lupo impagliata in casa: denunciato cacciatore

Anche un fagiano di una specie protetta. Il volatile impagliato è stato posto sotto sequestro dai carabinieri

I carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale e della Forestale di Saluzzo hanno trovato a casa di un cacciatore di Cuneo manufatti tassidermici di specie protette, non cacciabili e pertanto illecitamente detenuti. In particolare sono state sequestrati una testa e una coda di lupo e un esemplare di femmina di fagiano di monte.

«Per quanto riguarda il lupo – spiega un comunicato dei Carabinieri –, è da considerarsi specie particolarmente protetta ai sensi della legge 157/92 e convenzione di Berna, nonché inserita nell’allegato A della legge 150/92 (normativa Cites). Anche l’esemplare femminile di fagiano è specie non venabile ai sensi della legge 157/92 e della normativa regionale vigente. Precisiamo che in materia di imbalsamazione e tassidermia si applicano le medesime sanzioni comminate per l’abbattimento degli animali».

Durante la perquisizione è stato inoltre scoperto in casa di quest’uomo di cui non è stata resa nota alcuna generalità, un ordigno bellico detenuto in assenza di qualsiasi autorizzazione. E’ scattata la denuncia a piede libero alla Procura cuneese.