Dal CuneeseAttualità

Strada del Vallone di Elva potrebbe rientrare nel bando Pnrr “Borgo dei Borghi”

Sopralluogo del presidente della Provincia Borgna con il consigliere provinciale Astesano

CUNEO – “Elva è un borgo bellissimo a cavallo tra le valli Maira e Varaita, è una miniera di cultura, ha progetti di rilancio economico molto forti, un turismo di qualità e una dinamica che sta crescendo, oltre ad un territorio che l’appoggia. Quella che oggi si prospetta è una grande opportunità per il rilancio di un’area interna che ha tutte le carte in regola per vincere”.

Queste parole sono tratte dal video pubblicato online al termine del sopralluogo che il presidente della Provincia Federico Borgna ha svolto venerdì 11 febbraio ad Elva per verificare la situazione della strada del vallone e per sostenere la candidatura del paesino al bando Pnrr “Borgo dei Borghi”.  Con lui erano presenti Giulio Rinaudo sindaco di Elva e Dario Falcone vice, Mauro Astesano sindaco di Dronero e consigliere provinciale, Laura Lacopo ex sindaco di Elva e Mariano Allocco presidente Maira spa  per sostenere la candidatura di Elva, simbolo di una montagna che rinasce e che è viva.

Il progetto del ministero della Cultura prevede il finanziamento di 21 interventi (uno per ogni regione) di rigenerazione culturale, sociale ed economica, per un importo massimo di 20 milioni ciascuno. La Regione aveva indicato la candidatura di Stupinigi quale “progetto bandiera” che invece potrebbe rientrare nel piano dei “grandi progetti” del Ministero che saranno definiti a giugno. Se così fosse, potrebbe liberarsi uno spazio per il “Piano Borghi” con un bando per tutti i Comuni piemontesi che vogliono candidare il proprio borgo entro il 15 marzo. Il presidente della Regione Alberto Cirio sarà ad Elva mercoledì 16 febbraio per una visita sul posto e verificare di persona il progetto di candidatura.

Intanto, nelle settimane scorse, il presidente Borgna ha incontrato in Provincia gli esperti e i tecnici del Politecnico di Torino che, con quelli della Provincia di Cuneo, stanno portando avanti gli studi sulla strada del Vallone, utilizzata per molti decenni come via di collegamento verso Elva, ma anche infrastruttura stradale di grande bellezza e valenza turistica. la strada è chiusa al transito dal 2014 per pericolo frane e caduta massi.  In questi anni però la Provincia ha investito 2 milioni di euro per lavori di allargamento, asfalti e messa in sicurezza della strada provinciale alternativa di  San  Martino  di  Stroppo che resta un problema per i suoi 18 km a fronte dei 9 del vallone. La notizia della possibilità offerta dal bando “Borgo dei Borghi” ha riacceso gli entusiasmi nel Cuneese da parte dei tanti enti (Provincia, Comuni, Fondazioni bancarie, Consorzi turistici, Unioni Montane, Confederazione, associazioni e aziende private) che hanno preso posizione per il progetto Elva e che stanno facendo il tifo per l’ammissione al bando.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button