Dal CuneeseAttualità

Stanziati 15,8 milioni di euro per interventi contro il dissesto idrogeologico nella Granda

La Provincia di Cuneo sarà soggetto attuatore di 10 interventi (su 28) per un totale di quasi 6 milioni di euro

La Provincia di Cuneo sarà il soggetto attuatore di 10 interventi per fronteggiare il dissesto idrogeologico su tutto il territorio, per un importo complessivo di quasi 6 milioni di euro stanziati nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr). Altri 17 interventi verranno seguiti dai comuni di Alba, Bagnasco, Battifollo, Cardè, Cortemilia, Dogliani, Entracque, Garessio (2 interventi), Levice, Monastero di Vasco, Nucetto, Pagno, Paroldo, Prunetto, Valdieri, Venasca, mentre i lavori di ripristino delle difese spondali e della pulizia idraulica del torrente Varaita nel tratto tra i comuni di Brossasco e Polonghera avranno per soggetto attuatore l’Agenzia Interregionale per il fiume Po.

“Siamo grati alla Regione Piemonte per avere ottenuto – afferma il presidente della Provincia Luca Robaldo – l’approvazione dell’elenco degli interventi contro il dissesto idrogeologico: i quasi sedici milioni di euro destinati alla Granda, siano essi gestiti direttamente dalla Provincia oppure dai singoli comuni, ci consentiranno di mettere in sicurezza alcuni punti nevralgici del nostro territorio. Un tema rispetto al quale, ancor più in questo momento, dobbiamo continuare a fare la nostra parte e ad insistere affinché il ruolo degli enti provinciali venga riconosciuto anche con maggiori risorse economiche”.

Il piano di interventi che sarà gestito dalla Provincia (totale di 5.910.000 euro) è così ripartito: strada provinciale (sp) 154  per realizzazione opere di sostegno e protezioni spondali, posa di reti paramassi nei comuni di Ormea e Briga Alta; sp 26-29 per ricostruzione soglia di fondo nell’intorno del ponte sul Po lungo la provinciale 26 in località Felicina nei comuni di Saluzzo e Revello; sp 3 per sottomurazione pile del ponte Trunasse sul fiume Stura lungo la sp 3 nei comuni di Centallo e Castelletto Stura; sp 439 nei comuni di Torre Bormida e Monesiglio per stabilizzazione pendio con reti paramassi e ripristino di quelle esistenti danneggiate; sp 429 per opere di sostegno, drenaggi e regimazione delle acque superficiali in localit Campetto nel comune di Castino; sp 11 nei comuni di Cortemilia e Perletto per stabilizzazione pendio con reti paramassi e ripristino di quelle danneggiate; sp 162 nel comune di Bossolasco per opere di sostegno, drenaggi e regimazione acque superficiali; sp 32 nel comune di Arguello per stabilizzazione pendio con reti paramassi e ripristino di quelle danneggiate; sp 102 nel comune di Gottasecca per opere di sostegno, renaggi e regimazione acque superficiali.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button