ALBAAttualità

Soddisfazione dei commercianti albesi sul cronoprogramma del cantiere di Piazza Michele Ferrero

ALBA – Le categorie del commercio e dei pubblici esercizi esprimono soddisfazione in merito al cronoprogramma dei lavori di rifacimento di piazza Michele Ferrero, frutto di un proficuo confronto con l’Amministrazione comunale albese.

Uno dei primi, incisivi interventi in materia di opere pubbliche dell’attuale Giunta civica – vale a dire la sostituzione della pavimentazione ammalorata nell’area centrale della piazza, nonché il restyling della medesima per allinearla all’aspetto degli spazi circostanti e donare omogeneità al contesto – è stato salutato fin da subito come occasione per migliorare la qualità estetica di un luogo cruciale per l’accoglienza ai turisti.

Tuttavia, il nodo delle tempistiche rappresentava un’incognita e una possibile fonte di disagi. In seguito a vari incontri svolti con le attività operanti sulla piazza e nell’area, l’Associazione Commercianti Albesi ha potuto presentare al Comune alcune indicazioni volte a mitigare l’impatto del cantiere, incontrando grande disponibilità da parte della Giunta civica.

Il frazionamento dell’intervento in due parti – l’avvio nel mese di agosto con la sostituzione della pavimentazione nel centro della piazza, poi la sospensione per consentire lo svolgimento della 90ª Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba e la conclusione dei lavori nel mese di marzo 2021 in tempo per l’edizione di Vinum – incontra le esigenze degli operatori che sulla piazza affacciano le proprie attività e che potranno così ridurre al minimo i disagi.

«Siamo convinti che la concertazione sia la via maestra per il raggiungimento di obiettivi comuni finalizzati a far crescere la nostra città – affermano il direttore dell’Associazione Commercianti Albesi, Fabrizio Pace e il responsabile Marketing del Territorio di A.C.A., Marco Scuderi -; tutti desideriamo che Alba sia sempre più gradevole e vivibile e se questo traguardo si può raggiungere senza stravolgere il lavoro di chi ogni giorno è in prima linea sul fronte dell’accoglienza, è un vantaggio per tutti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button