dal PiemonteAttualità

Maresciallo accusato di molestie sessuali sulle alpine

Imbarazzo nel Corpo degli alpini per l’inchiesta – conclusa con la notifica che normalmente precede la richiesta di rinvio a giudizio – in cui è coinvolto un maresciallo della brigata Taurinense. L’indagine è della Procura di Torino e il reato ipotizzato è violenza sessuale.
Secondo l’accusa il sottufficiale avrebbe molestato tre soldatesse. Gli episodi di abuso sarebbero avvenuti durante esercitazioni in montagna. Risulterebbe inoltre indagato, per favoreggiamento, un tenente colonnello; mentre potrebbe essere chiamato a rispondere di favoreggiamento un altro ufficiale, un capitano. Secondo gli inquirenti quest’ultimo sarebbe stato a conoscenza dei fatti contestati e non li avrebbe segnalati.

Coordinata dal pubblico ministero Barbara Badellino, l’inchiesta concerne quanto sarebbe avvenuto tra il gennaio 2017 e lo stesso mese del 2018. A muovere la Procura sarebbe stata la confidenza di una delle militari che si dicono vittima delle molestie. Una confidenza fatta a un carabiniere dal quale sarebbe partita la segnalazione ai magistrati.

Il maresciallo sott’accusa è stato già lo scorso novembre sospeso dal servizio. In una nota l’Esercito scrive: «Laddove le accuse fossero confermate, si tratta di comportamenti indegni, inaccettabili e immorali».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com