La Polizia locale: «Siamo solo 5 ma copriamo il territorio»

«La nostra prima missione è quella di educare le persone al rispetto delle regole, aspetto che viene prima delle sanzioni. Per questo cerchiamo di parlare con i cittadini, essere vicini e punto di riferimento»: parole di Livio Perano, comandante della Polizia municipale di Cherasco della quale il Comune ha diffuso un bilancio dell’attività 2018.

I controlli su strada hanno portato a elevare 2.761 contravvenzioni. Di queste 2.196 per superamento dei limiti di velocità, 146 per soste irregolari, 387  per mancato uso delle cinture di sicurezza, cellulari alla guida, sorpassi ove non consentito, mancanza di revisioni e assicurazione dei veicoli. Sono state contestate anche 32 violazioni a conducenti di camion i quali, incuranti del divieto, provenienti da Pollenzo hanno percorso la provinciale del Bergoglio verso Roreto. Rispetto agli anni precedenti queste multe si sono ridotte perché la tratta è rimasta chiusa al transito in salita per lavori tra maggio e dicembre.

I vigili hanno inoltre monitorato la raccolta differenziata dei rifiuti su tutto il territorio. Otto verbali sono stati elevati ad altrettanti cittadini che non avevano pulito le deiezioni dei cani portati a passeggio.

Dodici persone sono state denunciate alla competente Autorità Giudiziaria per abusi edilizi, oltraggio, mancate autorizzazioni paesaggistiche, per aver circolato con veicoli con targa contraffatta.

«Abbiamo un organico di soli 5 effettivi – prosegue Perano –, ma cerchiamo comunque di fornire quel servizio essenziale che è la sicurezza, sia questa su strada sia rivolta alla prevenzione di reati».

L’assessore delegato Massimo Rosso: «Per un territorio vasto ed eterogeneo come quello di Cherasco, oltre 82 Km quadrati, la Polizia locale necessiterebbe di molte più unità. Tuttavia, il grande impegno quotidiano dei civich e del comandante Perano permettono un controllo capillare, grazie anche alla collaborazione con le altre forze dell’ordine».

X