dal PiemonteCRONACA

La Bormida ad Alessandria ha registrato un colmo di 9,41 metri.  Parziale miglioramento del tempo sul Piemonte

Il sistema perturbato che ha interessato la nostra regione con precipitazioni intense e diffuse nella giornata di ieri si è ormai allontanato verso est favorendo un parziale miglioramento del tempo sul Piemonte. Nelle ultime 48 ore sono stati registrati valori elevati sul basso Piemonte e sul settore nordoccidentale, localmente eccezionali su settori al confine con la Liguria tra le valli Bormida e Scrivia.

La tabella mostra le precipitazioni cumulate degli ultimi due giorni registrati dalla rete meteoidrografica regionale.

 

Stazione

Prov.

Quota

m s.l.m.

Tot. ultimi 2 gg[mm]

Tot evento gg[mm]

ROSSIGLIONE

GE

289

884,0

927,0

MONTENOTTE INFERIORE

SV

564

621,0

627,6

PONZONE BRIC BERTON

AL

773

535,2

555,0

SASSELLO

SV

385

416,8

429,4

OVADA

AL

230

349,2

363,0

MALLARE

SV

467

321,2

332,4

PONZONE CIMAFERLE

AL

693

267,8

276,2

PIAMPALUDO

SV

882

258,8

273,8

CICOGNA

VB

696

243,6

309,8

LAVAGNINA LAGO

AL

356

235,4

260,8

BRIC CASTELLARO

AL

415

218,3

247,2

PIANO AUDI

TO

1150

202,4

217,2

CANDOGLIA TOCE

VB

201

192,8

258,6

GRAGLIA

BI

1005

192,4

215,0

CAPANNE MARCAROLO

AL

780

190,8

239,2

PIEDICAVALLO

BI

1040

186,0

218,6

OROPA

BI

1186

183,5

218,2

SAMBUGHETTO

VB

742

178,2

230,8

COAZZE

TO

1130

177,8

191,4

PIANI DI CARREGA

AL

1245

171,4

198,0

PARETO

AL

525

167,4

176,8

UNCHIO TROBASO

VB

302

167,2

196,6

MOTTAC

VB

1695

165,8

244,2

Precipitazioni cumulate

I considerevoli apporti hanno determinato significativi incrementi dei livelli idrometrici. Ad Alessandria la Bormida ha raggiunto un colmo di piena di 9,41 m, valore mai osservato in precedenza.

 

Tutti i corsi d’acqua sono tornati a livelli inferiori alla soglia di guardia; si segnala ancora una lieve crescita del fiume Sesia a Palestro, in conseguenza del contributo del torrente Cervo, con valori comunque inferiori al livello di guardia.

Previsioni

La rimonta dei valori di pressione è limitata dal transito di una nuova debole saccatura atlantica da ovest verso est, che si sposterà sul nordovest italiano nelle prossime ore, causando ancora qualche piovasco o rovescio sparso di intensità debole o localmente moderata, in particolare nelle zone centro-settentrionali della regione. Già nelle prime ore di domani, anche questo nuovo debole impulso perturbato avrà lasciato la nostra regione sostituito da aria più fresca e secca che favorirà l’innesco di forti venti di foehn, dapprima nelle vallate alpine occidentali e settentrionali e successivamente, da metà giornata, anche sulle pianure in particolare quelle del novarese e del vercellese.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button