ALBABRAAttualità

Il diario del 2022 – Ottobre: arriva a sorpresa la visita del Presdente Sergio Mattarella ad Alba

È il mese della Fiera del Tartufo. Ma prima del taglio del nastro si corre il Palio. A trionfare è il Borgo dei Brichet. Sul fronte della rievocazione storica vince a mani basse il Borgo di San Lorenzo. A sorpresa e quasi inaspettata arriva la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il “primo cittadino” d’Italia prende parte alla cerimonia inaugurale della Fiera, ma non taglia il nastro, lasciando le forbici ad una bimba.  I tartufi raggiungono prezzi da capogiro, con valutazioni che superano i 600 euro l’etto. Le domeniche di fiera registrano clamorosi sold out: boom di persone nei due fine settimana dedicati al Baccanale, che quest’anno raddoppia gli eventi.

Crisi energetica. La Mondo si “sposta” in Africa, dove è stata trasferita la lavorazione dei giocattoli. La crisi si sente anche nel tessuto sociale albese: è boom di richieste di aiuto da parte delle famiglie alla Caritas. Anche le chiese corrono ai ripari, limitando al minimo il riscaldamento, anche durante le funzioni. Alba non rinuncerà alle luminarie natalizie: Aca, Comune e Banca d’Alba copriranno le spese dell’accensioni di luci Led.

Politica: brutte notizie dalle elezioni. Alba e il suo territorio non saranno rappresentate a Roma. Dopo il complicato conteggio (e riconteggio) anche il senatore Perosino è tagliato fuori per una manciata di voti. La Granda si consola con il governo: Guido Crosetto e Daniela Santanché nominati ministri della Difesa e del Turismo.

A Bra si investono tre milioni per il nuovo palasport e arriva la notizia che la città della Zizzola sarà sede di tappa del Giro d’Italia 2023.

Rimanendo in ambito sportivo, si corre l’Ecomaratona del Barbaresco. Francesco Mascherpa ed Eufemia Magro tagliano a braccia alzate il traguardo dopo 42.195 metri di durissima corsa.

Ad Alba torna la laurea in Scienze Infermieristiche: inizia l’anno accademico per 20 matricole.

Adesso è deciso: con una spesa di 26 milioni di euro per Alba e 20 milioni per Bra i due vecchi ospedali saranno trasformati in case della salute. Il termine dei lavori è previsto per il 2026.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button