Dal CuneeseAttualità

Il Consiglio provinciale approva all’unanimità piano triennale dei lavori pubblici (scuole e strade)

Via libera del Consiglio anche per l’ordine del giorno su “Riforma Province. Le proposte delle Province italiane al Parlamento e al Governo per la XIX legislatura”

Cuneo – Con l’approvazione all’unanimità di tutti i punti all’ordine del giorno, si è svolto lunedì 14 novembre a Cuneo il Consiglio provinciale presieduto da Luca Robaldo. Il presidente della Provincia ha mantenuto l’impegno e ha portato in Consiglio quanto promesso, cioè un ordine del giorno richiesto dai consiglieri provinciali Stefano Rosso e Simona Giaccardi per restituire alle Province il ruolo di organo di primo livello. Il documento su “Riforma Province. Le proposte delle Province italiane al Parlamento e al Governo per la XIX legislatura” è elaborato sulla base di una piattaforma programmatica redatta dall’Upi (Unione Province d’Italia). Potrà essere ancora integrato durante l’assemblea dell’Upi prevista a Bergamo il 23 novembre a cui parteciperà anche il presidente Robaldo. Il testo è stato emendato su richiesta di Rosso e va a rafforzare quanto sarà approvato dall’Upi, come ha sottolineato il consigliere provinciale Davide Sannazzaro. Sarà importante poi coinvolgere anche i parlamentari eletti in provincia di Cuneo, come ha ricordato il consigliere Pietro Danna.

I lavori del Consiglio sono poi proseguiti con l’approvazione delle variazioni al bilancio di previsione 2022-2024 e del programma triennale dei lavori pubblici 2022-2024 (elenco annuale 2022), oltre a quello biennale per l’acquisizione di forniture e servizi. Tra gli aspetti più significativi gli interventi di edilizia scolastica confluiti nel Piano di Ripresa e Resilienza (Pnrr) e già approvati, per i quali la Provincia ha dovuto rivedere i costi per adeguarli al nuovo prezzario a seguito del forte aumento dei costi dei materiali. Si tratta dei lavori di adeguamento sismico e efficientamento energetico all’Itis “Vallauri” di Fossano, di un nuovo ascensore all’Istituto ex Sacra Famiglia di Cuneo, di lavori di manutenzione straordinaria per adeguamento normativo all’Istituto Alberghiero “Donadio” di Dronero, della costruzione della nuova sede dell’istituto scolastico “Guala” di Bra (1° lotto funzionale) e del nuovo istituto scolastico di Cuneo. Gli interventi andranno avviati entro il 31 dicembre 2022 per non perdere i finanziamenti ed è prevista l’attivazione di un mutuo di circa 5 milioni di euro per coprire i costi, con la possibilità di ridurlo se sarà possibile reperire altri fondi.

Nel programma triennale dei lavori pubblici sono poi inseriti gli interventi del settore Viabilità finanziati con risorse del Pnrr per fronteggiare i danni alluvionali e idrogeologici. L’elenco, approvato dal Consiglio provinciale, è stato presentato dalla Regione Piemonte e prevede, per la Provincia di Cuneo, un contributo di 5.910.000 euro ripartito nei quattro Reparti Viabilità di Cuneo, Alba, Mondovì e Saluzzo per lavori alluvionali.

Nel dettaglio: strada provinciale n. 154 per la realizzazione di opere di sostegno e protezioni spondali, posa in opera di reti paramassi in comune di Ormea, Briga Alta (800.000 euro); s.p. 26 – 29 ricostruzione soglia di fondo nell’intorno del ponte sul Po lungo la strada provinciale 26 in località Felicina comune di Saluzzo e Revello (500.000 euro); S.P. 3 sottomurazione pile del ponte Trunasse sul fiume Stura di Demonte lungo la sp 3 in comune di Centallo e Castelletto Stura (800.000); sp 216 costruzione opere di sostegno sottoscarpa e regimazione acque meteoriche e ripristino sovrastruttura stradale vari tratti in comune di Ormea e Caprauna (400.000); s.p. 439 nei comuni di Torre Bormida e Monesiglio – stabilizzazione pendio con reti paramassi e ripristino di quelle esistenti danneggiate (500.000); s.p. 429 – realizzazione opere di sostegno, drenaggi e regimazione acque superficiali in loc. Campetto di Castino (800.000); s.p. 11 nei comuni di Cortemilia – Perletto stabilizzazione pendio con reti paramassi e ripristino di quelle esistenti danneggiate (500.000); s.p. 162 in comune di Bossolasco. realizzazione opere di sostegno, drenaggi e regimazione acque superficiali (560.00); s.p. 32 a Arguello stabilizzazione pendio con reti paramassi e ripristino di quelle esistenti danneggiate (500.000); s.p. 102 località Scaletta Uzzone in comune di Gottasecca realizzazione opere di sostegno, drenaggi e regimazione acque superficiali (550.000).

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button