MontàROERO NORDROERODal Comune

A Montà d’Alba presto a disposizione i primi fondi dal Pnrr

MONTA’ D’ALBA – Buone notizie, effettive e “in prospettiva”, in fatto di innovazioni strutturali e tecnologiche per il Comune di Montà: il quale, nell’ultima seduta consiliare, ha registrato in bilancio una stima al rialzo per i possibili contributi derivanti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) per le scuole dell’infanzia del capoluogo (+170 mila euro), e per il progetto di valorizzazione “Montà sotto il segno del tartufo” (+30 mila). Così ha spiegato il primo cittadino Andrea Cauda: «Siamo nella graduatorie in entrambi i bandi, nella prima tranche il Governo ha finanziato i nuovi edifici, noi abbiamo richiesto un aumento di capienza di almeno ottanta posti e alcuni ammodernamenti. Per quanto riguarda il secondo contributo, sono stati finanziati per ora i primi 13 Comuni piemontesi: ma siamo “in classifica” anche in questo caso e siamo fiduciosi». Sempre dal Pnrr, è invece già realtà il finanziamento legato alla transizione digitale “Cloud” di 42.500 euro, già appaltati, con altri 23mila in arrivo. «Un “bravo” – ha detto ancora il primo cittadino – va sinceramente al ragionier Silvio Moresco, responsabile del servizio finanziario comunale, per essere riuscito a portare a casa i primi fondi comunitari». In sede di modifica al bilancio, si è preso atto del trasferimento danni al patrimonio comunale al seguito della nuova frana Redina per 20mila euro. Così il sindaco Cauda: «E’ una stima per questo problema causato dal gestore della rete idrica, li attendiamo anche per capire sul da farsi». Infine, si è registrato un surplus di 4mila euro per maggiori incassi dalle infrazioni al Codice della Strada, da reinvestire tutti per segnaletica. Ciò è stato ritenuto positivo da Valentina Casetta, leader dell’opposizione: Perché va a colpire i responsabili di abbandono di rifiuti, ed è giusto che chi sbaglia, paghi. La stessa minoranza si è astenuta, in sede di votazione alla variazione al bilancio.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button