dal PiemonteAttualità

Flat Tax, Bergesio: “Promessa mantenuta: estesa flat tax e regime forfettario per autonomi e partite Iva”

 “L’estensione della flat tax fino a compensi o ricavi pari a 85.000 euro annui, inserita nel programma elettorale della Lega, con l’ultima Manovra di Bilancio è realtà. Promessa mantenuta”. Così il Senatore Giorgio Maria Bergesio, Lega, Vicepresidente Commissione Attività Produttive del Senato, commenta una delle misure introdotte con la Legge di Bilancio 2023 che ha ricevuto il via libera definitivo del Senato il 29 dicembre scorso.

La Manovra introduce inoltre la flat tax incrementale al 15%, con una franchigia del 5%, prevista per i lavoratori autonomi e le imprese non in regime forfettario. La base imponibile sulla quale viene applicata la flat tax incrementale ha un tetto massimo di 40.000 euro all’anno.

E l’aliquota agevolata del 15% viene estesa alle partite Iva in regime forfettario, che permette di non tenere contabilità, con redditi fino a 85mila euro.

Inoltre viene ridotta dal 10 al 5% l’imposta sostitutiva sui premi di produzione fino a 3.000 euro a vantaggio dei lavoratori dipendenti.

“Ricordo che la flat tax non ha effetti distorsivi. Prendendo infatti come riferimento il reddito netto del lavoratore autonomo e di quello dipendente, questa misura non opera affatto una discriminazione del sistema impositivo a favore degli autonomi, ma determina semmai un riallineamento delle due figure, rendendo più equo il cuneo fiscale e contributivo e quindi più appetibile l’iniziativa imprenditoriale individuale, che dovrebbe essere incentivata e non colpita più duramente come avvenuto sino ad oggi”, puntualizza Bergesio.

“Faccio riferimento alla mia Regione, il Piemonte, e alla mia provincia, Cuneo. In Piemonte nel 2021 le imprese registrate alla CCIAA erano 529.987, con un tasso di sopravvivenza a tre anni del 72,5%. In Granda nel 2021 erano in attività 81.049 imprese. Il tasso di sopravvivenza a tre anni è del 75,9%. La flat tax così ampliata potrà essere applicata a più aziende, partite Iva ed autonomi, consentendo loro di sopravvivere in un momento particolarmente complesso per la nostra economia. Come richiesto dalla Lega, auspichiamo che con la Manovra del prossimo anno la misura venga estesa ad una platea ancora più ampia rendendo il nostro regime fiscale sempre meno vessatorio per chi si assume il rischio di impresa”, conclude il Senatore Bergesio

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button