More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Festa della Liberazione: informazioni sulla visita del Presidente Mattarella

    spot_imgspot_img

    Cuneo, insieme a Borgo San Dalmazzo e Boves, sono per questo 25 aprile 2023 le città che avranno l’onore di ricevere il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per le celebrazioni ufficiali della Festa della Liberazione.

    [themoneytizer id=”108113-2″]

     

    La vista del Presidente Sergio Mattarella nella città di Cuneo prevede le seguenti tappe:

    • Intorno alle 11 deporrà una corona al monumento della Resistenza al Parco della Resistenza. Il Presidente sarà ricevuto dai rappresentanti delle Istituzioni, tra i quali la Sindaca di Cuneo Patrizia Manassero
    • ll Presidente si trasferirà quindi in auto alla Museo Casa Galimberti, per una visita in forma privata al luogo in cui visse questo eroe cuneese. Cristina Giordano, coordinatrice delle attività del Museo, illustrerà Casa Galimberti al Presidente.
    • Sergio Mattarella, dopo aver ricevuto gli onori in Via Roma, raggiungerà il Teatro Toselli dove incontrerà le autorità e i sindaci dei comuni della provincia di Cuneo. L’inno nazionale sarà eseguito da Paolo Fresu (Tromba) e Daniele Bonaventura (Bandoneon) accompagnati da una Fanfara. Sono previsti gli interventi, inframmezzati da momenti musicali, del Presidente della Provincia Luca Robaldo, della Sindaca Patrizia Manassero, del Presidente della Regione Alberto Cirio, del Presidente dell’Istituto Storico della Resistenza Sergio Soave. Seguirà il discorso del Presidente Mattarella. La cerimonia sarà trasmessa in diretta su RAI1.

    Terminata la cerimonia ufficiale, intorno alle 12.45 il Presidente si recherà in Prefettura. Nel pomeriggio si sposterà a Borgo San Dalmazzo e quindi a Boves.

    I cittadini potranno fare sentire il calore della Città di Cuneo nei confronti del Presidente accogliendolo nei momenti pubblici della visita: al Parco della Resistenza e nel tragitto che percorrerà a piedi, al termine della cerimonia al Teatro, dal Toselli alla Prefettura. L’invito dell’Amministrazione è che i Dirigenti scolastici e gli insegnanti possano organizzare la presenza delle scuole, sebbene si tratti di giorno festivo.

    Cuneo avrà però altri momenti dedicati alla Festa della Liberazione.

    La sera di lunedì 24 aprile, alle 20.30, si svolgerà la tradizionale Fiaccolata della resistenza. Sarà animata dal gruppo musicale Lhi Balòs con Miriam Rubeis. Massimo Giannini, direttore del quotidiano La Stampa, pronuncerà l’orazione. La Fiaccolata della Libertà accompagnata dalla banda musicale cittadina “Duccio Galimberti”. Al termine della fiaccolata, in Piazza Virginio, vi saranno alcune letture partigiane a cura dell’Accademia Teatrale Toselli; quindi l’intervento delle Sindaca Patrizia Manassero, e a seguire concerto live di Davide Toffolo e l’Istituto Italiano di Cumbia All Star (L’evento è organizzato dall’Associazione Lhi Balòs, in collaborazione con Istituto storico della Resistenza e della Società Contemporanea in Cuneo e Provincia, ANPI provinciale Cuneo, Fondazione Nuto Revelli Onlus, Associazione Partigiana “Ignazio Vian” e Centro Culturale “Don Aldo Benevelli”, Accademia Teatrale Giovanni Toselli, CGIL-CISL-UIL). Il luogo della partenza e l’itinerario della fiaccolata sono in via di definizione, per ragioni di sicurezza legate alla visita del Presidente.

    La mattina di martedì 25 aprile, avverrà il consueto omaggio ai luoghi simbolo della resistenza. Data la concomitanza con la visita del Presidente, l’omaggio avverrà in forma contenuta. La Sindaca si recherà alle 8.30 ai Giardini Fresia, presso il Monumento ai Caduti, quindi a seguire al Santuario Madonna degli Angeli, per rendere omaggio alla tomba di Duccio Galimberti, poi al Cippo di Tetto Croce in ricordo del sacrificio dell’Eroe nazionale Duccio Galimberti e infine al Cimitero Urbano, dove sosterà presso il Mausoleo ai Partigiani, alla tomba del Sindaco Ettore Rosa, al Famedio e infine presso l’Ossario Militari Caduti.

    La sera di martedì 25 aprile alle ore 21 al teatro Toselli, reading musicale “Libertà • Freiheit • Liberté • Freedom – Il 25 aprile • Storia di un giorno”, a cura di Matteo Corradini, con la partecipazione di Elio Biffi e Simone Pagani, tastierista e bassista dei Pinguini Tattici Nucleari, e l’attrice Claudia Perossini (prevendita già esaurita).

    Infine, la sera di mercoledì 26 aprile, sempre al Teatro Toselli, “Libertà va cercando ch’è sì cara… Canti e parole per la libertà”, spettacolo ideato e prodotto dall’Accademia teatrale Giovanni Toselli di Cuneo, con la regia di Chiara Giordanengo e Claudia Ferrari.

    Così la Sindaca Patrizia Manassero: “La presenza del Presidente Mattarella a Cuneo per questo 78° anniversario è una gioia per Cuneo. È quasi tutto pronto per il suo arrivo. Le parole che dirà a tutti gli italiani e le italiane dal Teatro Toselli nella Festa della Liberazione, risuoneranno per noi cuneesi in modo particolare. La sua visita sarà un richiamo forte a essere perseveranti nel nostro impegno a tutelare libertà e diritti, nella nostra terra, in Italia e nel mondo. Abbiamo davanti a noi giornate estremamente dense di eventi, ricordi, riflessioni. Il mio auspicio è che siano per noi, cittadini e cittadine di Cuneo, un’occasione per rinsaldare la consapevolezza del fatto che ciascuno e ciascuna, là dove vive e opera, ha la responsabilità di agire nella cura del bene e della libertà di tutti”.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio