More
    spot_imgspot_img

    I più letti

    spot_img

    Leggi anche...

    Dopo la condanna sospeso il sindaco di Monteu Roero

    spot_imgspot_img

    MONTEU ROERO

    – E’ stato sospeso dalle sue funzioni, Michele Sandri sindaco di Monteu Roero dal 2009, rieletto in paese per tre mandati consecutivi dai suoi concittadini.

     

    Il provvedimento della Prefettura di Cuneo è entrato in vigore da ieri mercoledì 27 settembre in seguito alla condanna penale pronunciata tre giorni fa dal tribunale di Asti e relativi a reati di peculato, calunnia e simulazione di reato. I fatti risalgono al 2020 quando lo stesso Sandri aveva dichiarato ai Carabinieri  di essere stato sorpreso da uno sconosciuto armato di pistola, nei pressi del municipio. Il malvivente lo aveva costretto a entrare negli uffici e a consegnare 3.200 euro in contanti, custoditi nel fondo cassa comunale. A questo si aggiungeva il furto di due pistole in uso agli agenti di Polizia locale che, sempre secondo il sindaco, sarebbe avvenuto nottetempo, in precedenza.

    Tutto falso, secondo la procura e il giudice di prima istanza. Il pm Laura Deodato sostiene che l’intera storia sia stata inventata da Sandri e dal cantoniere del paese, il 61enne Mario Bordone, riconosciuto a sua volta colpevole di due imputazioni e condannato a 2 anni e 8 mesi. L’obiettivo sarebbe stato quello di colpire una dipendente comunale, accusandola di aver aiutato i malviventi: a questo scopo, il sindaco avrebbe finto di ritrovare un foglietto con i codici del sistema di allarme in un cestino, sotto la postazione dell’impiegata. Le pistole, con una delle quali sarebbe stato sparato un colpo in aria per simulare la rapina, non sono mai state ritrovate.

    LASCIA UN COMMENTO

    Per favore inserisci il tuo commento!
    Per favore inserisci il tuo nome qui

    Dal Territorio