Dal CuneeseAttualità

Da ottobre Cuneo avrà la facoltà di Scienze Motorie

Il prossimo mese di ottobre aprirà i battenti a Cuneo il nuovo corso in Scienze Motorie dell’Università degli Studi di Torino. Un’importante novità nata su impulso iniziale della Fondazione CRC e da subito condivisa dal Comune di Cuneo, nel dialogo aperto con l’Università per il rilancio del sostegno agli insediamenti in provincia di Cuneo, focalizzato sulle peculiarità territoriali. Di qui la proposta di insediare a Cuneo un nuovo corso in Scienze Motorie, una specializzazione in grado di valorizzare e promuovere la vocazione per gli sport outdoor e il legame tra sport, vita sana e corretta alimentazione, caratteristiche riconosciute della nostra provincia. La Fondazione CRC sosterrà il nuovo corso di laurea, con un impegno di 180 mila euro all’anno per i prossimi 19 anni. L’Università di Torino sosterrà per parte sua i restanti costi della didattica e il Comune di Cuneo garantirà la disponibilità degli spazi e degli impianti sportivi necessari. È in corso di approvazione una Convenzione, che coinvolgerà tutti e tre gli Enti e sarà approvata e firmata nei prossimi giorni.

Questa iniziativa, che la Fondazione CRC ha costruito e fortemente voluto, avrà importanti ricadute formative ed economiche per tutta la provincia di Cuneo” afferma Giandomenico Genta, Presidente della Fondazione CRC. “Il nuovo Corso sarà infatti attrattivo non solo per il nostro territorio, ma anche per il Piemonte meridionale e la Liguria. Grazie alla disponibilità offerta dall’Università di Torino, in particolare dal professore Cavallo Perin e dal Rettore Ajani, e dal Comune di Cuneo, questa nuova offerta formativa potrà prendere avvio già dal prossimo ottobre. Un corso che si aggiunge alla Scuola di specializzazione in Medicina Veterinaria e contribuisce a rendere il nostro territorio sempre più attrattivo e focalizzato sulle proprie peculiarità”.  L’approdo del SUISM tra le facoltà presenti nel contesto universitario cuneese non è casuale. L’offerta sportiva cittadina, variegata e di ottima qualità, i numerosi impianti insediati, la naturale vocazione del contesto geografico rispetto alle discipline del mondo “outdoor”, specie di quelle inerenti la montagna, ci rendono sede ideale di questi corsi” aggiunge Cristina Clerico, Assessore a Cultura, Università, Sport e Pari Opportunità del Comune di Cuneo. “Il lavoro corale svolto con la Fondazione CRC e l’Università degli studi di Torino dimostra quanto in molti abbiano creduto e credano nelle potenzialità della nostra città in questa direzione: un’opportunità colta, una sfida importante“.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button