CORONAVIRUSdal PiemonteSanità

Da lunedì tamponi gratis per fine quarantena: ma il problema è farli

Dal prossimo lunedì 17 gennaio, In Piemonte per uscire dall’isolamento e dalla quarantena Covid il tampone non si pagherà più. Lo ha annunciato la Regione. La Giunta Cirio ha approvato una delibera che – riferiscono da Torino – renderà gratuiti tutti i test necessari per riprendere la normale vita sociale, inclusi quelli antigenici rapidi eseguiti nelle farmacie e nelle strutture private”.

Il problema, però, è farlo il tampone. Anche nelle nostre zone si segnalano difficoltà, code e farmacie che non prenotano più un servizio reso in condizioni di pressione spesso insostenibile. Per non parlare delle perplessità su come vengono condotti i test e l’attendibilità dei cosiddetti rapidi. A volte, proprio a causa delle pressioni di cui sopra, lo sarebbero anche troppo e secondo gli esperti le probabilità di un esito non corrispondente al reale stato del paziente, superano di gran lunga il 50%. Gli unici attendibili sarebbero i molecolari, ma qui gli ospedali e i laboratori addetti a processare i tamponi non riescono a stare dietro alla vorticosa richiesta. Un sistema che forse dovrebbe essere rivisto non solo rispetto ai costi per i cittadini. Tanto più in un quadro pandemico come l’attuale, dove i numeri dei ricoveri non sono affatto proporzionali a quelli dell’infezione dilagante. Merito certamente dei vaccini, e qualche agevolazione in più la meriterebbero gli italiani responsabilmente assoggettatisi alla profilassi. Ma “merito” anche di un Covid che nella forma iniziale, quella cosiddetta cinese, non circola più: ormai sono tutte varianti Delta e soprattutto, quasi l’80%, l’assai contagiosa ma meno aggressiva Omicron. Regione e soprattutto Ministero dovrebbero prenderne atto e rimodulare la strategia di risposta a una diversa pandemia.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button