Da domani cantiere in via Cuneo: ecco cosa cambia per la viabilità braidese

L'incrocio. Già in assetto provvisorio di rotatoria (da circa un decennio), verrà reso definitivo

Da domani, lunedì 11 febbraio, e per quattro settimane (presumibilmente 11 marzo) l’Anas chiuderà al transito dei mezzi pesanti la salita Orti (strada statale 231) e sarà regolamentato l’accesso da via Cherasco per evitare l’arrivo dei camion nel nuovo cantiere per la costruzione della rotatoria all’incrocio con via Cuneo a Bra. La salita Orti, che ora è aperta ai camion solo in salita, sarà quindi chiusa ai mezzi pesanti, ma resterà transitabile normalmente per le auto. Il percorso alternativo che è stato individuato per i camion è la salita Bergoglio che sarà aperta eccezionalmente a doppio senso di marcia non solo per le auto, ma per tutti (normalmente i camion possono solo scendere).

Le modifiche alla viabilità sono state comunicate nei giorni scorsi dal presidente dell’Ente competente, la Provincia, con una lettera di Federico Borgna indirizzata alle associazioni di categoria (Confartigianato Trasporti Cuneo, Astra Cuneo Associazione autotrasportatori, Fai Federazione Autotrasportatori Italiani Associazione Provinciale Cuneo e Confindustria Cuneo). Oltre alla salita Bergoglio aperta al transito di mezzi pesanti in entrambe le direzioni di marcia, sarà mantenuto sulla Sp 661 Cherasco-Bra il limite di 7.5 tonnellate in entrambi i sensi di marcia e lungo la statale 231 – Salita Orti, oltre al divieto di transito ai mezzi pesanti in entrambe le direzioni, sarà consentito il transito per scarico merce solo fino a Bra.

I lavori alla rotatoria di via Cuneo-via Cherasco dovrebbero concludersi in 5 settimane.