LANGA DEL BORMIDACortemiliaLANGHELa nostra terraAttualità

Da Cortemilia ad Addis Abeba cucinando langarolo

Il giovane chef cortemiliese Mattia Martino ora in forza alla cucina del ristorante “Madonna delle Neve” di Cessole, insieme a due collaboratori, ha tenuto alto l’onore dell’Italia, ma soprattutto delle Langhe, ben oltre i confini nazionali, arrivando in terra africana. “Il 1° aprile ho ricevuto una telefonata dal primo segretario dell’Ambasciata italiana ad Addis Abeba, in Etiopia, che mi chiedeva se ero disponibile per l’organizzazione del “food” per la Festa della Repubblica, alla quale erano attese circa 800 persone. Gli rispondo subito di sì, perché a 20 anni ricevere un incarico simile non è da tutti. – Racconta Mattia – Dopo molte telefonate mi hanno spiegato che potevo portare con me alcuni collaboratori ed ho optato per un mio ex compagno di classe della scuola alberghiera di Acqui Terme, Christian Silvestri, già affermato chef presso il ristorante “Ar Dóu Vëje” di Silvano d’Orba, e per Giuseppe Bonifacino, che frequenta l’ultimo anno dell’Arte Bianca di Neive. Quasi tutte le materie prime sono state acquistate in Italia, compresa una cucina nuova. Siamo arrivati ad Addis Abeba lunedì 27 maggio e dopo un primo sopralluogo alla location del primo evento ci siamo subito messi al lavoro presso la residenza dell’ambasciatore. Abbiamo preparato un buffet a tema ‘street food’ la sera di venerdì 31 maggio, ospitati nell’atelier della famosa stilista e modella Anna Getaneh, dove erano presenti ambasciatori di tutto il mondo, etiopici e italiani residenti in Etiopia. Abbiamo preparato e servito ’friciule’, baccalà in pastella, fiori di zucchina fritti, torte verdi, arrosticini di carne e naturalmente torta di nocciole e nocciole zuccherate. Abbiamo inoltre servito, ricevendo moltissimi complimenti, alcune varietà di grappa offerte dalla distilleria Castelli di Cortemilia e vino dell’azienda Roccasanta di Perletto. Inoltre hanno anche partecipato, offrendo nocciole, crema di nocciola e torte di nocciola, “Nocciole d’Elite” di Cravanzana e la pasticceria “Canobbio” di Cortemilia”. “Nella serata di sabato 1° giugno – prosegue Mattia – siamo stati ospiti presso la residenza dell’ambasciatore italiano in Addis Abeba, Arturo Luzzi, dove abbiamo preparato un buffet sempre con piatti piemontesi come risotto ai fiori di zucchina, robiola e nocciole, vari tipi di pasta, formaggi con mostarda di peperoni, per un centinaio di ospiti, tra i quali l’ambasciatore spagnolo Borja. È stata un esperienza molto formativa per tutti e soprattutto utile anche per promuovere i nostri prodotti tipici, molto apprezzati anche in Etiopia”.
“Io ero già stato ad Addis Abeba per la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, nel novembre scorso, con la scuola di Acqui Terme. Inoltre ho anche partecipato alla preparazione della prima Settimana della Cucina presso l’ambasciata di Tunisi. Ora davanti a me vedo solo il futuro, anche perché dopo l’ottima riuscita di quest’ultimo evento ho ricevuto interessanti proposte, non solo per la cucina ma anche per l’ottima organizzazione degli eventi”. Conclude lo chef Mattia Martino.

Mostra altri

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
Apri chat