ALBASanità

Asl Cn 2: OKkio alla Salute, gli stili di vita dei nostri bambini prima della pandemia

Nell’anno 2019, prima che anche il Italia prendesse campo l’emergenza sanitaria determinata da Covid-19, si è svolta la sesta indagine di “OKkio alla SALUTE”, sistema di sorveglianza sugli stili di vita dei bambini delle classi terze delle scuole primarie, promosso dal Ministero della Salute/CCM (Centro per il Controllo e la prevenzione delle Malattie) e coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca, le Regioni e le Aziende Sanitarie Locali. I sistemi di sorveglianza sono alla base delle strategie italiane in materia di prevenzione e promozione della salute, come sottolineato anche dal Piano Nazionale della Prevenzione.

Questa sesta rilevazione ha evidenziato fra i bambini della nostra ASL, rispetto ai dati dell’indagine precedente una sostanziale stabilità della prevalenza del sovrappeso (18,4% contro il 18,5% del 2016) ma un aumento dei soggetti obesi (5,9% contro il 3,8% del 2016). Complessivamente i bambini fra i 6 e i 10 anni in eccesso ponderale sono risultati il 24,3%. Il dato è più basso della media nazionale (29,8%) e di quella regionale (25,5%), ma ancora lontano dagli standard internazionali di riferimento.

Si conferma anche in questa edizione un’ampia diffusione di stili di vita non salutari. Si è evidenziato infatti che solo il 10,4% dei bambini consuma quotidianamente le 5 porzioni di frutta e/o verdura raccomandate, il 42,9% effettua una colazione sbilanciata e ben il 24,4% assume quotidianamente bevande zuccherate e/o gassate. Anche l’attività fisica è un fattore determinante per mantenere o migliorare lo stato la salute, si è osservato che l’8% dei bambini non ha svolto attività fisica il giorno precedente l’indagine e solo il 45% dei bambini svolge attività fisica almeno un’ora al giorno per 5-7 giorni alla settimana. Nella nostra ASL inoltre i bambini trascorrono molto tempo in attività sedentarie, principalmente davanti agli schermi, il 34% infatti guarda la TV e/o gioca con videogiochi/tablet/cellulare più di 2 ore al giorno.

Da questi dati emerge che solo una minima fetta della popolazione pediatrica segue un regime alimentare equilibrato e si muove a sufficienza, risulta quindi fondamentale proseguire e rafforzare le azioni di prevenzione e di promozione della salute, volte a favorire uno stile di vita più corretto.

E’ possibile visualizzare  il “Report ASL CN2 – 2019” cliccando il seguente indirizzo:
https://www.aslcn2.it/media/2021/10/OKkio-alla-SALUTE-ASL-CN2-2019.pdf

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button