ALBADal Comune
In primo piano

Alba: consegnate le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

ALBA – Mercoledì 2 giugno, Festa Nazionale della Repubblica Italiana, nella sala Consiglio “Teodoro Bubbio” del Palazzo comunale di Alba, il sindaco Carlo Bo, delegato dal Prefetto di Cuneo Fabrizia Triolo, ha consegnato le onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana conferite dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella a sette cittadini albesi. La cerimonia si è svolta alla presenza dei referenti dell’Associazione Nazionale Insigniti Onorificenze Cavalleresche (Anioc), il Commendatore Clemente Malvino, delegato provinciale, e il Cavaliere Luigi Boschiazzo, delegato albese. Presenti anche il senatore Marco Perosino e, tra il pubblico, il professor Francesco Profumo, già Ministro e oggi presidente della Fondazione Compagnia di San Paolo.

 

A ricevere il prestigioso riconoscimento sono stati: Roberto CerratoGrande Ufficiale Ordine al Merito della Repubblica Italiana” con decreto del 27.12.2020 (decorazione di seconda classe); Tino Ernesto Cornaglia, Giuseppe Marasso e Giuseppe RossettoCommendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana” con decreto del 27.12.2020 (decorazione di terza classe); Gianfranco CorinoCavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana” con decreto del 27.12.2019 (decorazione di quinta classe); Claudio Grosso e Mario VezzosoCavaliere Ordine al Merito della Repubblica Italiana” con decreto del 27.12.2020 (decorazione di quinta classe).

Le onorificenze sono concesse il 27 dicembre, ricorrenza della promulgazione della Costituzione Italiana, ed il 2 giugno, ricorrenza della fondazione della Repubblica.

 

Il sindaco di Alba Carlo Bo: “E’ stato un onore, e anche una grande emozione, poter consegnare personalmente questo importante riconoscimento a sette nostri concittadini. Conosco ognuno di loro, l’attaccamento che hanno nei confronti di Alba e l’impegno che hanno profuso per la nostra comunità, nel campo della vita amministrativa e del volontariato, oltre che durante il loro percorso professionale. Alba è una città fortunata, deve tanto a persone come quelle insignite oggi, che hanno dedicato tempo ed energie ai suoi residenti e a farla diventare la realtà che conosciamo. Ricordo ancora la soddisfazione provata nel 2014 quando ricevetti l’onorificenza di Commendatore, un riconoscimento di ciò che si è fatto ma, soprattutto, uno stimolo a fare sempre di più e meglio”.

  

Gli insigniti – curriculum

 

Grande Ufficiale CERRATO ROBERTO

Il prof. Cerrato svolge l’attività di editore e dirigente amministrativo. Dal 1995 al 2000 è stato consulente della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Protezione Civile. Ha ricoperto altresì l’incarico di assessore nel Comune di Alba e dal 2001 al 2009 è stato capo di gabinetto del sindaco di Alba. Il prof. Cerrato è stato il promotore della candidatura Unesco dei “Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato”. Nel tempo libero da molti anni presta attività di volontariato nella Protezione Civile e per il suo impegno sociale è stato insignito nel 2006 della “Medaglia del Presidente della Repubblica”.

 

Commendatore CORNAGLIA TINO

Il dott. Cornaglia ricopre la carica di Presidente della Banca d’Alba e in passato ha svolto l’attività di farmacista. Nel Comune di Alba ha ricoperto la carica di assessore. E’ stato presidente della Barolo & Castles Foundation di Alba, Langhe e Roero fino al 2017. Ha svolto attività di volontariato in un ospedale di Capo Verde.

 

Commendatore MARASSO GIUSEPPE

L’avv. Marasso, ora pensionato, ha svolto la libera professione di avvocato. In passato ha svolto l’incarico di consigliere e assessore nel Comune di Alba; dal 1970 al 1996 ha svolto il ruolo di Giudice conciliatore ad Alba. Nel tempo libero si dedica ad attività di volontariato sia nella Cattedrale di Alba sia nel “Centro Betaina” che si occupa di assistenza a persone indigenti italiane e straniere.

 

Commendatore ROSSETTO GIUSEPPE

L’avv. Rossetto svolge la propria attività lavorativa di avvocato. Ha ricoperto svariati incarichi pubblici: dal 1999 al 2009 sindaco della Città di Alba, consigliere nel Comune di Alba, nel 2014, su nomina del Prefetto ha ricoperto l’incarico di Commissario Straordinario della Provincia di Cuneo. Nel tempo libero presta attività di volontariato nella Casa di riposo Serena Onlus di Monteu Roero.

 

Cavaliere CORINO GIANFRANCO

Il sig. Corino svolge l’attività di impiegato nella Banca d’Alba, dove, per i numerosi anni di servizio, è stato insignito della “Stella al Merito del Lavoro”. Nel tempo libero presta attività di volontariato nell’Associazione “Nati per leggere” che si occupa di promuovere la lettura sia negli adulti che nei bambini; presta altresì volontariato nella casa di cura per anziani Residenza “A.B. Ottolenghi” di Alba.

 

Cavaliere GROSSO CLAUDIO

Il luogotenente Grosso presta servizio nell’Arma dei Carabinieri ricoprendo l’incarico di comandante della stazione di Alba. Nel corso della carriera è stato insignito di svariate benemerenze: la Medaglia d’Oro al Merito di lungo Comando, la Medaglia Mauriziana per i 10 lustri di Carriera Militare e, nel 1997, il Ministero della Difesa lo ha insignito della Medaglia Commemorativa per aver partecipato alle operazioni di soccorso alle popolazioni colpite dall’alluvione del 1994.

 

Cavaliere VEZZOSO MARIO

Il sig. Vezzoso, ora pensionato, ha svolto la propria attività lavorativa come impiegato nella Banca Commerciale Italiana. Il nominato ha prestato attività di volontariato come collaboratore nel settore agricolo nell’Opera Cappuccina dell’isola di Fogo a Capo Verde. 

____________________________________________________________________

 

L’Ordine al Merito della Repubblica Italiana

L’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, istituito con la Legge 3 marzo 1951 n. 178, è il primo fra gli Ordini nazionali ed è destinato a “ricompensare benemerenze acquisite verso la Nazione nel campo delle lettere, delle arti, della economia e nel disimpegno di pubbliche cariche e di attività svolte a fini sociali, filantropici ed umanitari, nonché per lunghi e segnalati servizi nelle carriere civili e militari“. Capo dell’Ordine è il Presidente della Repubblica. L’Ordine è retto da un Consiglio composto di un Cancelliere, che lo presiede, e di dieci membri. E’ articolato nei gradi onorifici di: Cavaliere di Gran Croce, Grande Ufficiale, Commendatore, Ufficiale, Cavaliere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button