ALBAAttualità

Alba, 1,2 milioni per la nuova mensa a Mussotto

«Su due piani, offrirà a tutti gli utenti un servizio migliore rispetto al passato»

In riunione congiunta la Prima e la Quarta commissione consigliare hanno approfondito mercoledì scorso le evidenze emerse nel corso della convocazione del 2 febbraio, quando i commissari d’opposizione avevano esplicitamente richiesto che il tema della nuova mensa venisse approfondito in un successivo passaggio in Commissione. Ad approfondire il discorso sulla nuova mensa comunale che sarà allestita a Mussotto grazie ai fondi PNRR sono stati gli assessori Elisa Boschiazzo (Servizi sociali) e Massimo Reggio (Lavori pubblici). «Entrando nel merito – ha spiegato Elisa Boschiazzo – possiamo dire che sarà spostato a Mussotto la zona cottura dell’attuale mensa di via Liberazione dove resterà attiva una cucina di supporto o d’integrazione del nuovo impianto. In via Liberazione resterà attivo il self service per gli studenti della Media Macrino e per tutti gli utenti che utilizzano questo servizio che è molto apprezzato anche dai dipendenti del Comune. Il self di Mussotto, invece, sarà a disposizione del polo scolastico direttamente collegato con la mensa per mezzo di passerelle coperte». Giova ricordare che in via Liberazione ogni giorno vengono serviti oltre mille pasti. «L’operazione – ha sottolineato Boschiazzo – consentirà di ottimizzare il servizio migliorandone la qualità e risolvendo alcune criticità come emerso dal confronto che abbiamo avuto con la società che ha in appalto il servizio mensa per conto del Comune.

Tutte le scelte sono state fatte in collaborazione con Sodexo utilizzando la sua lunga esperienza nella gestione del servizio e della logistica». A Mussotto la filiera di preparazione dei menù seguirà lo schema della “marcia avanti” (come previsto dalle norme a tutela dell’igiene degli alimenti) partendo con la consegna delle materie prime e proseguendo con le operazioni successive (pulitura, lavaggio, taglio, porzionatura, cottura) sino alla distribuzione dei pasti. «In questo senso – ha chiuso l’assessore – realizzando ex novo la nuova struttura, avremo la possibilità di progettare una struttura perfettamente funzionale, aggiornata e coerente con le esigenze di offrire agli utenti un servizio migliore rispetto al passato». Massimo Reggio ha confermato che la nuova mensa sarà realizzata alle spalle del polo scolastico. «Fuori dal centro storico saranno più agevoli le operazioni di consegna e avremo una logistica migliore. Sarà utilizzata una zona attualmente inerbita, alle spalle della scuola e orientata verso lo scolmatore che non è utilizzata per le attività didattiche o ricreative all’aperto. La nuova mensa sarà strutturata su due piani e realizzata secondo criteri che faciliteranno l’accesso al refettorio e, in generale, un utilizzo razionale dello spazio».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button