Dal CuneeseEconomia & Lavoro

Agli ambulanti restituita la tassa per occupazione di suolo pubblico, pagata dal primo marzo al 15 ottobre

Il direttore Dal Bono: “Ufficializzata una battaglia portata avanti dalla Associazione nazionale venditori ambulanti. Ora le Amministrazioni comunali devono fare la loro parte”

CUNEO – “Gli ambulanti non dovranno pagare – e se lo hanno già fatto dovranno essere rimborsati – la tassa per l’occupazione del suolo pubblico (TOSAP/COSAP) – per il periodo di tempo che va dal primo marzo fino al 15 ottobre”.
Ad annunciarlo è il direttore generale Confesercenti della provincia di Cuneo, Nadia Dal Bono, rendendo noto ciò che alcuni giorni fa è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, che ufficializza e quindi rende operativa una battaglia che ha condotto per mesi l’ANVA – l’associazione nazionale venditori ambulanti – di Confesercenti.
“Più precisamente – prosegue il direttore Dal Bono – l’articolo 109 della Gazzetta Ufficiale del 13 ottobre – convertendo il decreto di maggio in legge -, stabilisce il diritto per gli operatori su area pubblica ad ottenere la cancellazione della tassa. Si tratta di un provvedimento che stabilisce l’obbligatorietà della cancellazione ed il diritto ad un eventuale rimborso oppure di un credito da parte delle Amministrazioni, nei confronti degli operatori che avessero già pagato”.
“Naturalmente spero che le Amministrazioni Comunali, nell’interesse della Categoria, procedano in tal senso, ossia restituendo i soldi della tassa a chi ha già pagato e non chiederla a chi non lo ha ancora fatto. Se restituire il denaro dovesse essere un problema, le Amministrazioni si troveranno ad essere in credito nei confronti degli operatori del settore ambulante. Confesercenti Cuneo si farà parte attiva nel sensibilizzare le diverse amministrazioni della Granda a rispettare quanto stabilito per legge alla categoria degli ambulanti”.
“La cancellazione del pagamento di questa tassa, è un risultato importante per tutta la categoria – sottolinea il direttore generale della Provincia di Cuneo -, che Confesercenti nazionale, come hanno ribadito il presidente Innocenti ed il coordinatore Ciolli, ha condotto in totale solitudine e per la quale ANVA si è spesa in modo particolare, con costanza e determinazione, portando a casa un risultato importante, nel quale evidentemente solo ANVA Confesercenti ha sempre creduto”.
Per eventuali chiarimenti è possibile telefonare alla sede Confesercenti di via Vittorio Amedeo Secondo 6, a Cuneo: 0171601765.
Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
Apri chat