BRAScuola

Venerdì 4 giugno Graduation day a Pollenzo per 21 studenti internazionali del Master in Wine Culture

Venerdì 4 giugno Pollenzo ospita la cerimonia di fine corso per 21 studenti internazionali che hanno frequentato il Master in Wine Culture and Communication. Una piccola Graduation, con la prima seduta mista che vede la maggior parte dei candidati in presenza nelle aule pollentine. A partire dalle 9 vengono discusse le tesi e valutati i report: quindi alle 14,30 si svolge la proclamazione dei diplomati.

Ecco i nomi degli studenti con titoli delle loro tesi o l’oggetto dei loro report di internship.

Luisella Ambrosio, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “Digital marketing in the wine and food sector”.

Celina Maria Bartolome, dall’Argentina, presenta il report dal titolo: “The coexistence of tradition and innovation at Federico Orsi´s Colli Bolognese”.

Nicolas Antonio Conte, dalla Norvegia, presenta il report dal titolo: “Internship at Rivetto – Biodiversity in the Barolo area”.

Leigh Mary Cranor, dagli Stati Uniti, presenta il report dal titolo: “Up in Smoke: Witnessing Californian Viticulture’s Wildfire Problem from the Perspective of a Boutique Urban Winery”.

Torsha Das, dall’India, discute la tesi dal titolo: “Wine consumption patterns of Indians: Bangalore”.

Alessandro Fariello, presenta il report dal titolo: “Communication and Marketing strategies Feudi di San Gregorio”.

Raffaele Mosca, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “Report sul tirocinio curriculare con Luciano Pignataro Wine Blog”.

Francesca Motta, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “Internship report at Seminario Permanente Veronelli”.

Marta Pavan, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “Climate change and the wines of Dolomites”.

Tommaso Portieri, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “Italian wine export during Covid-19: trends and requests. The access to foreign markets of small and medium-sized wineries through a consultancy agency”.

Ginevra Prati, dall’Italia discute la tesi dal titolo: “The importance of terroir as a distinctive element for the enhancement of Moscato d’Asti DOCG”.

Carola Pregliasco, dall’Italia, discute la tesi dal titolo: “Taste: physiological reality and aesthetic perception”.

Marica Righi, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “The lifecycle of a vine plant”.

Lukas Willibald Rütti, dalla Svizzera, discute la tesi dal titolo: “Autochthonous grape varieties from Piedmont: A study of Dolcetto, Freisa, Grignolino and Erbaluce”.

Luciano Henrique Santos Amancio, dal Brasile, presenta il report della propria interniship.

Matteo Stenbock, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “Internship report on wine marketing at RossieBianchi”.

Francesco Toncini, dall’Italia, presenta il report dal titolo: “Roero Wine region”.

Moreno Torti, dall’Italia, discute la tesi dal titolo: “Natural wines and the punk movement between revolution and restoration”.

Giorgia Vellano, dall’Italia, discute la tesi dal titolo: “The future of Grignolino: the Monferrato autochthonous variety from the eyes of its sellers”.

Stefanie Zuccarello, dall’Italia, discute la tesi dal titolo: “Biodynamics – a story of the soil, the vineyards, the planets and its guardians”.

Francesco Perotti, dall’Italia, riceve il certificato di frequenza.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button