Dal CuneeseEconomia & Lavoro

Una mensilità bonus per tutti i dipendenti di Acqua Sant’Anna

Una mensilità aggiuntiva per tutti i dipendenti di Acqua Sant’Anna, per “offrire a tutte le famiglie un aiuto concreto per fare fronte a questo periodo difficile”.

La decisione di pagare questo bonus è di Alberto Bertone, presidente e amministratore delegato della società.

“Il più grosso patrimonio che abbiamo sono sicuramente i dipendenti e i costi per i consumatori sono esplosi. Ci sono prodotti che costano 7 o 5 volte più di prima.
Ma l’operaio guadagna sempre gli stessi soldi. Quello che noi imprenditori, liberi professionisti, come notai e avvocati o chiunque abbia dipendenti, dobbiamo fare allora è aumentare lo stipendio, altrimenti prima o poi ci saranno delle guerre civili. Bisogna portare il potere d’acquisto del dipendente a quello che era prima di questi aumenti pazzeschi. Spero – sottolinea – che dicendolo pubblicamente anche altri lo facciano. Non risolve i problemi, ma è qualcosa. Ci costa tra 700.000 e 800.000 euro e ai dipendenti arriveranno in totale 400.000 euro. Penso che lo Stato dovrebbe detassare tutte le aziende che lo fanno, così potremmo regalare ancora di più”.
“Vedere la faccia dei dipendenti – che conosco uno a uno – molto contenti, mi riempie di gioia, – prosegue – tanti sono venuti a parlarmi dei loro problemi e a ringraziarmi. Le buste paga col bonus le consegnate a sorpresa, a ciascuno. Ci costa molto di più produrre – conclude – rispetto ai costi dell’energia e di altre materie prime, ma se fai l’imprenditore devi saper rischiare, quindi quale miglior investimento che sui propri dipendenti e lavorare con dipendente contento di venire in azienda che si è ricorda di te? Dovrebbero farlo tutti, a partire da chi ha tantissimi dipendenti, come Stellantis.
Bisogna pagare i dipendenti, ma anche premiarli, sono due cose diverse”. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com