Ricorsi sull’acqua pubblica: il Comune di Pocapaglia si defila

Ricorsi sull’acqua pubblica: il Comune di Pocapaglia si defila

Il Comune di Pocapaglia si defila dalla battaglia legale sull’acqua. A quasi un anno di distanza, infatti, la Giunta del sindaco uscente Giuseppe Dacomo ha revocato una sua deliberazione assunta il 23 maggio del 2018. Si tratta – spiega l’esecutivo – della «impugnativa delle deliberazioni dell’Ato 4 Cuneese in merito al Piano d’Ambito e della scelta delle forme di gestione per l’affidamento del servizio idrico» nella nostra provincia. Questo siccome a settembre Pocapaglia aveva approvato la fusione incorporazione tra le società Sisi, Sipi e Siiar, nell’ambito di un programma di razionalizzazione da cui derivano consistenti economie di spesa a favore del Comune. Il nuovo soggetto societario pubblico Sisi è deputato a partecipare alla gestione dell’Ato 4 mediante società interamente pubblica in house a tipologia consortile. Quindi, Dacomo ha ritirato agli avvocati Marco Midiri, Marci di Lullo e Franco Coppoli la procura alla lite e l’adesione al ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale superiore delle Acque Pubbliche.

Contatta l'autore

Ti potrebbero interessare anche:

Apri chat
Powered by