Dal CuneeseAttualità

Piemontino ai primi nati del 2022: la Valgrana festeggia la quinta edizione

La Valgrana Spa ha deciso di impreziosire uno degli appuntamenti più importanti sul suo calendario. Come di consueto l’azienda di Scarnafigi premierà i primi tre nati della provincia di Cuneo nel 2022 e il primo nato di Scarnafigi con una forma di Piemontino, il formaggio – realizzato con latte 100% piemontese – vero e proprio cult dell’impresa fondata oltre 30 anni fa da Franco Biraghi, che la guida insieme ai figli Alberto e Andrea. Sabato 11 giugno, a partire dalle 11, l’azienda premierà: Rayan Zafou di Alba, Filip Alexandrina di Rocca de’ Baldi, Alessandro Sampò di San Sebastiano di Fossano e Ginevra Luani di Scarnafigi. Quest’anno, però, c’è una sorpresa in più: nella quinta edizione dell’iniziativa, la Valgrana inviterà all’evento anche i bambini omaggiati negli anni precedenti (Jannat Moubsset, Vittoria Ferrero, Leonardo Ricci, Anna Goletto, Francesco Romano, Stefano Marchisio, Massimiliano Ariaudo, Elisabetta Gozzarino, Iside Nepote, Lorenzo Mattis, Amelia Micol Ellena, Angelica Calliero, Nicolò Rivoira, Anita Vetrò, Ilary Solavaggione).

“Ci teniamo molto a vedere come stanno crescendo i bambini che per noi sono un simbolo concreto del legame con il nostro territorio – commenta Franco Biraghi, presidente della Valgrana – e l’entusiasmo con cui i genitori hanno accolto l’invito ci riempie di orgoglio, perché significa che il senso di questo momento è stato colto pienamente”.

Alla cerimonia seguirà un rinfresco a base di formaggi Valgrana con un’originale prelibatezza che incanterà i palati di grandi e piccini: la pizza del Marchesato, con protagonista l’omonimo formaggio, che conferma l’impresa scarnafigese un costante punto di riferimento quando si parla di eccellenze lattiero casearie, perfette per ogni piatto e situazione.

“Per noi il futuro ha da sempre un grande valore – conclude Franco Biraghi – ed è importante investire con costanza nel domani.  Allo stesso modo è fondamentale che questi bambini siano consapevoli delle perle da cui sono circondati e che rendono la nostra provincia così importante nel settore dell’agroalimentare. Versatilità, genuinità e gusto accompagneranno un momento conviviale che è molto di più di una tradizione: un vero e proprio credo che avvalora ulteriormente i principi sui quali si fonda la Valgrana”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
PHP Code Snippets Powered By : XYZScripts.com