ALBAAttualità

Piazza Duomo di Enrico Crippa ottiene le 4 Stelle Michelin

Quattro stelle per Enrico Crippa. Già avete letto bene, la Guida Michelin ha assegnato i riconoscimenti 2023 e per lo chef di Piazza Duomo ad Alba, oltre alla conferma delle tre stelle è arrivata anche l’investitura di alfiere della sostenibilità e come tale meritorio di fregiarsi della stella verde, attribuita ai locali “impegnati nel combattere gli sprechi alimentari e offrire piatti dal sapore unico, con materie prime freschissime e di stagione, sovente colte a pochi passi dai loro ristoranti”. La guida rossa ha insignito della terza stella anche Antonino Cannavacciuolo del ristorante Villa Crespi di Orta San Giulio (Novara).
Come sono andati i nostri ristoranti. Unica new entry langarola è il ristorante Faulà di Cerreto Langhe. Nella Granda hanno incassato la stella anche il Caffè Bertaina Ostaria a Mondovì, Da Politano a Boves, I 5 Sensi a Cuneo e il Vascello d’Oro a Carrù. Tra le novità annoveriamo la seconda stella appannaggio di Gabriele Boffa, già chef al Castello di Guarene, da alcuni anni al Relais Sant’Uffizio Enrico Bartolini di Cioccaro, in provincia di Asti. Due stelle sono state confermate anche all’Antica Corona Reale di Cervere, mentre ha perso il riconoscimento La Madernassa, che dopo la fuga di Michelangelo Mammoliti si deve “accontentare” di una sola stella.
E i ristoranti “mono stellati”passano da 13 a 12. Eccoli: Locanda del Pilone di Alba, All’Enoteca di Canale, La Madernassa di Guarene, Damiano Nigro e Massimo Camia di La Morra, Borgo Sant’Anna e Fre di Monforte, 21.9 di Piobesi d’Alba, Il Centro di Priocca, Guido da Costigliole di Santo Stefano Belbo, Guidoristorante di Serralunga, la Ciau del Tornavento di Treiso. Escono dalla Guida il Ristorante Larossa di Alba e il ristorante Arborina di La Morra.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button