LANGA DEL BAROLOLANGHEDiano d'AlbaPallapugnoSPORT

Pallapugno: Torneo dei Paesi alla Pantalera 2022

La prima riunione organizzativa del 36 Torneo dei Paesi, si è svolta a Ricca di Diano d’Alba, nei locali del Circolo Sportivo dello Sferisterio.

Presenti il Presidente Franco Drocco, i Componenti il Direttivo Aldo Bogliacino e Sergio Rinaldi.

Il Consigliere Federale Domenico Adriano.

Presente pure Ettore Secco Sindaco di Bosia, Comune dove ha Sede l’ASD APEP Affiliata alla FIPAP.

Presenti pure appassionati e giocatori in rapprentanza di una dozzina di squadre.

Si e discusso del difficile momento che sta vivendo il nostro sport, a causa del Covid.

Si è pure presentata l’esigenza di avere forze nuove, per affiancare gli organizzatori, per snellire gli iter burocratici con le nuove tecnologie.

Si sono fatte svariate ipotesi sul nuovo regolamento, che dovrà tenere conto del numero delle squadre iscritte e dei valori in campo, da suddividere in eventuali Campionati di Serie A, B, C.

Si è nuovamente rivolto l’invito a tutti i paesi che hanno avuto un grande passato legato alla Pallapugno, tutti i giocatori ed ex giocatori che hanno fatto la storia di questo sport, affinchè mettano a disposizione tutta la loro esperienza per mantenere vivo il “GIOCO PIU’ BELLO DEL MONDO”.

La Pallapugno alla Pantalera è praticata nel basso Piemonte e nel Ponente Ligure, chi risiede in queste zone è invitato a contattare il Presidente Franco Drocco al N°3484556200, al fine di avere tutte le informazioni sul Torneo dei Paesi.

Sicuramente gli appassionati e gli Amministratori locali, potranno essere determinanti per la rinascita di questo sport, così esaltante e spettacolare. Le squadre non sono necessariamente composte da grandi campioni, ma in gran parte da grandi appassionati che si divertono giocando a Pallapugno.

Così facendo, trasmettono la loro passione ai giovani che potranno diventare, sì, i campioni di domani.

Pure grandi scrittori vicini a questo sport, come Edmondo de Amicis, Giovanni Arpino, Beppe Fenoglio, Franco Piccinelli che è stato anche Presidente Federale, hanno saputo cogliere tutte le sfumature di uno sport legato al nome di grandi campioni che sapevano mandare in visibilio gli spettatori.

La Sede è a Bosia che è il Paese dell’Ancalau, ovvero colui che osa! La Pallapugno ha bisogno di osare, per ritornare ad occupare il posto che le compete sul panorama nazionale degli sport sferistici.

La Pallapugno è stata anche presa in esame , per ottenere il riconoscimento UNESCO, come sport tradizionale e bene immateriale dell’Umanità.

Diamo l’appuntamento a tutti alla prossima riunione, che si terrà sempre a Ricca, lunedì 11 aprile alle ore 21 e buon “balun” a tutti.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button