ALBABRACHERASCOLANGHEROERO

Nuovo Dpcm, ci si può spostare a Natale e Capodanno? Ecco le misure per regioni e comuni

Il premier Conte ha annunciato che “ci saranno ulteriori restrizioni nel periodo 21 dicembre-6 gennaio”: saranno vietati gli spostamenti tra regioni, indipendentemente dal colore. Il 25 e il 26 dicembre e il primo gennaio, invece, non saranno consentiti neppure gli spostamenti da un comune all’altro. Ma ci sono delle eccezioni. Confermato il divieto di uscita notturna dalle 22 alle 5, con estensione fino alle 7 a Capodanno.

Il nuovo Dpcm illustrato dal premier Giuseppe Conte, che entra in vigore da oggi 4 dicembre, introduce nuove restrizioni nel periodo delle festività per cercare di contrastare la diffusione del coronavirus. In particolare, contiene nuove misure che riguardano gli spostamenti tra regioni e tra comuni

Il divieto di spostamento tra regioni (e province autonome) vale per tutte le zone, indipendentemente dal colore della fascia di rischio in cui la regione da cui si parte o in cui si arriva è inserita.

Discorso diverso per il 25 dicembre, il 26 dicembre e il primo gennaio: in questi giorni sono previste misure più stringenti.

Natale, Santo Stefano e Capodanno, ha spiegato Conte, saranno “anche vietati gli spostamenti da un comune all’altro

Ci sono, però, delle eccezioni. “Ci si potrà sempre spostare per motivi di lavoro, salute e necessità”, ha specificato Conte, “Nei casi di necessità ricorre anche l’iniziativa di prestare assistenza a persone non autosufficienti”, ha aggiunto.

“In ogni caso – ha detto ancora il premier – sarà sempre consentito il rientro nel comune dove si ha residenza, domicilio o dove è la proprio abitazione: questo permetterà il ricongiungimento alle coppie lontane e distanti per motivi di lavoro, ma che convivono con una certa periodicità nella stessa abitazione, di ricongiungersi”.

In tutta Italia, anche nei giorni di festa, resta il divieto di uscita notturna dalle 22 alle 5. La misura, quindi, è valida anche il 24 e il 25, l’1 e il 6 gennaio. Il 31 dicembre, nella notte di San Silvestro, il divieto è esteso dalle 22 fino alle 7 (e non fino alle 5 come gli altri giorni).

A fare da cornice al nuovo Dpcm di dicembre c’è un decreto legge approvato dal Cdm mercoledì sera, composto di due articoli, che serviva proprio a dare “copertura” alla stretta natalizia decisa dal governo

Sponsorizzato
Sponsorizzato

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button