Nel 60° Anniversario del gemellaggio, gli amici di Medford regalano agli albesi un messaggio di amicizia

“Siamo a migliaia di distanza ma insieme nello spirito”

Nel 60° Anniversario del gemellaggio, gli amici di Medford regalano agli albesi un messaggio di amicizia

ALBA – Ricorre quest’anno il 60° anniversario del gemellaggio tra Alba e Medford, ma la pandemia ha costretto i rispettivi comitati a rimandare le trasferte che avrebbero riunito le due città per i festeggiamenti.

Il legame tra Alba e Medford ebbe origine da uno scambio internazionale voluto dal presidente Eisenhower e si concretizzò con la sottoscrizione del gemellaggio nel 1960. Oggi, sessant’anni dopo, e nonostante la lontananza ed il lockdown, restano più che mai vivi e attivi i rapporti di amicizia.

In questi giorni la città americana ha fatto pervenire al Comune di Alba la frase “Siamo a migliaia di distanza ma insieme nello spirito. I Cuori di Medford sono con voi” riprodotta su uno striscione decorato con le bandiere incrociate dell’Italia e degli Stati Uniti.

L’omaggio è stato accolto con entusiasmo e l’Amministrazione comunale ha voluto esporre lo striscione al balcone del palazzo comunale, ben visibile a tutti i cittadini.

L’Assessore ai Gemellaggi Carlotta Boffa ed i comitati di gemellaggio stanno lavorando all’organizzazione di una cerimonia digitale per il sessantennale del gemellaggio che, nel mese di ottobre, vedrà le due città collegarsi via web. “I Sindaci di Alba e di Medford furono chiamati a testare la prima telefonata che utilizzava un satellite per le telecomunicazioni. Oggi, come nel lontano 1962, è ancora la tecnologia a unire le nostre comunità. Oggi come allora ci lega la stessa emozione e la stessa amicizia.”.

Contatta l'autore

Redazione Corriere

Potete contattare la Redazione del Corriere allo 0173/284077 il Lunedì dalle 9 alle 12, dal martedì al venerdì dalle 9 alle 18 (orario continuato) e al sabato dalle 9 alle 12. Potete inviare una mail a web@ilcorriere.net

Ti potrebbero interessare anche:

Apri chat