L’Oltreferrovia apre le danze delle feste di quartiere in Bra

L’Oltreferrovia apre le danze delle feste di quartiere in Bra

Con l’arrivo della bella stagione il quartiere Oltreferrovia è uno dei primi in Bra ad aprire le feste organizzate all’aperto a Bra. Una tradizione che anche quest’anno si rinnoverà per la 38ª volta. Aperta, come sempre, a tutta la città.

Anche gli li obiettivi della manifestazione restano invariati: amicizia e serena convivenza tra vicini di casa. I volontari del comitato organizzatore sono stati i protagonisti nella costruzione delle strutture che si trovano nell’area verde sede di questa festa. Hanno lavorato per un ideale condiviso che non ha scopo di lucro, dando una mano dove era necessario. Si sono così trasformati in giardinieri, pulitori di aiuole, organizzatori di manifestazioni, camerieri, animatori al centro incontro, accompagnatori di persone anziane, eccetera. Inoltre, ovviamente il comitato di quartiere si fa tramite tra le richieste dei residenti e le Istituzioni comunali e molte opere pubbliche in Oltreferrovia sono state eseguite a seguito delle proposte avanzate da questa organizzazione spontanea popolare.

Nel tempo il comitato stesso ha dato vita ad altri sodalizi ognuno con precise finalità statutarie. L’associazione sportiva Rosselli 2000 si occupa delle attività sportive all’area verde. Volontariato Oltreferrovia di accompagnamento di persone anziane o con difficoltà motorie e i suoi attivisti hanno costituito il Centro incontro, sorto ancora presso l’area verde, dove le persone si possono incontrare per fare una partita a carte o semplicemente per stare in compagnia. La quarta associazione con sede al civico 5 di viale Rosselli è “La Cordata”: vi fanno riferimento amministratori di sostegno, curatori e tutori di persone bisognose. Essi, nominati con decreto del Giudice tutelare, offrono aiuto a chi non ha più capacità di autogestirsi.

Beppe Stra, uno dei volontari, dice: «In questi ultimi anni l’Oltreferrovia è diventato il quartiere più popolato di Bra, i nuovi abitanti arrivati si sono uniti alle attività locali sportive e culturali. Grazie all’intervento dell’Amministrazione comunale, con i finanziamenti dei bandi delle Fondazioni bancarie sono stati organizzati corsi di lingua straniera ed educatrici hanno seguito ragazzi in età scolare in attività integrative alla casetta dei giardini di via Piumati. Cesare Agnelli, presidente da 38 anni di questo comitato, ha saputo creare un ambiente sereno tra i volontari, la sua professionalità di mediatore ha fatto sì che ancora oggi Oltreferrovia vanti una forte sensibilità alla condivisione».

Come al solito la festa dà appuntamento su due serate.

Sabato 29 giugno alle ore 20 tradizionale Cena insieme: gradita la prenotazione da fare il giorno stesso in sede, dalle 9 alle 12 e dalle 14 fino a esaurimento dei posti disponibili. Il menu è ricco: affettati misti con melone, filetti di trota marinata, penne al sugo, salsiccia e spiedini di pollo alla griglia, patatine fritte, dolce, acqua e un bicchiere di Dolcetto della casa. Gli adulti pagano 17 euro a testa, i bambini fino a 10 anni solo 10 euro. Dopo mangiato si balla con l’orchestra di Aurelio Seimandi.

Domenica 30 alle 20 Cena in allegria al sacco e poi serata danzante con Liscio 2000. Sarà in entrambe le serate funzionante un servizio bar.

Contatta l'autore

Ti potrebbero interessare anche:

Apri chat
Powered by