CiclismoDal CuneeseSPORT

La cuneese Elisa Balsamo frenata da una caduta nell’ ultima notte olimpica

Una spaventosa caduta ha coinvolto alcune cicliste nella prima delle quattro prove dell’Omnium donne delle Olimpiadi di Tokyo. All’Izu Velodrome l’azzurra Elisa Balsamo ha perso il controllo nell’ultimo giro e ha sbandato colpendo una collega rimanendo coinvolta in un tremendo incidente innescato dalla polacca Daria Pikulik: dopo essere stata sbilanciata l’italiana ha causato la caduta di tante altre cicliste. Questo incidente ha coinvolto anche alcuni giudici, con il presidente di giuria che è stato portato fuori dall’impianto in barella. I primi momenti di paura, per uno sport dove gli atleti superano anche i 55km/h, sono stati messi da parte dopo che le condizioni delle persone coinvolte non hanno destato particolati preoccupazioni. La ciclista azzurra è caduta poco prima del tentativo di sprint decisivo nello Scratch ed era in ottima posizione: Balsamo si è rialzata dolorante ma è riuscita a chiudere la prima frazione di gara.

La 23enne cuneese ha battuto la schiena sul legno del velodromo di Izu e si è vista passare sopra oltre alla sua bici l’egiziana Ebitissam Zayed Ahmed in una caduta davvero spaventosa. Nonostante l’impatto e la “strisciata” rimediata sulla pista, Elisa Balsamo è riuscita a risalire in sella e a concludere il primo round a differenza di altre quattro colleghe che si sono ritirate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button