BRAAttualità

Il Comune di Bra vieta i brindisi in vetro all’aperto

BRA – Gli “Aperitivi in consolle” non ci sono stati, come l’anno scorso causa Covid, ma in alcune sere in Bra nelle ultime settimane è stato quasi come se ci fossero. Con il passaggio in zona bianca, la riapertura dei locali e la comprensibile voglia di tanti giovani e meno giovani di tornare a godersi un po’ l’esistenza, si sono evidenziate «ricorrenti problematiche di assembramento nei pressi di esercizi pubblici – scrive il sindaco Gianni Fogliato –, disturbo della quiete dei residenti, inciviltà». Non sono mancate preoccupazioni e proteste e dal Comune hanno deciso di passare alle contromisure. Moderate, siccome non si vuole uccidere in culla la città che ritorna “da vivere” almeno d’estate, con l’incognita di possibili nuove restrizioni in autunno se il coronavirus mutante dovesse rinfocolare e mettere ancora in crisi gli ospedali.

Il sindaco è intervenuto con un’ordinanza, una prima mossa «in attesa – avverte – che il Consiglio comunale adotti uno speciale regolamento comportamentale». L’ordinanza appena emessa vieta in tutto il centro abitato il consumo in strada (resta possibile nei dehors di bar e ristoranti), e anche d’introdurre o trasportare in Bra contenitori di vetro, materiale fragile, tagliente e potenzialmente assai pericoloso. D’ora in poi potrà circolare solo come fornitura di bottiglie sigillate e/o confezionate in imballaggi.
Polizia locale e altre forze dell’ordine sono incaricate di vigilare sul rispetto di questa disposizione, facendo nel caso scattare multe da un minimo di 25 a un massimo di 500 euro.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button