dal PiemonteAttualità

GPL, Claudio Piazza: “OK le misure adottate in Piemonte: ora si valuti l’estensione anche ai veicoli trasformati in bifuel”

Estendere il regime vigente di riduzione del bollo, 1/4 per i veicoli a Gpl e 1/5 per i veicoli a metano, anche ai veicoli trasformati in bifuel dopo l’immissione sul mercato, ad oggi esclusi dall’agevolazione fiscale. Una misura che andrebbe ulteriormente a premiare la scelta di quei cittadini che, sensibili ai temi del miglioramento della qualità dell’aria, sono disponibili a sostenere i costi per l’adattamento dei loro veicoli per la trazione ibrida, a gas o a metano. Il Gpl ha tuttora conservato la sua economicità, essendo l’unico carburante a non aver subito sostanziali aumenti alla pompa di rifornimento”.

È quanto proposto da Claudio Piazza, presidente della Categoria Regionale degli Installatoti GPL/Metano per autotrazione di Confartigianato Imprese Piemonte, nonché delegato nazionale, che ha incontrato lo scorso 14 dicembre l’assessore regionale allo Sviluppo delle Attività Produttive, Andrea Tronzano, per illustrare le istanze del comparto e le proposte finalizzate a contribuire al processo in atto verso la transizione ecologica del parco veicolare.

In Piemonte sono 99 le imprese di installazione di impianti per la distribuzione del gas, di cui 69 artigiane.

L’assessore Tronzano ha apprezzato la nostra proposta, rilevando l’incongruità della disparità di trattamento a fronte di veicoli con uguale ridotto impatto ambientale e si è impegnato a valutare la compatibilità delle minori entrate ai fini degli equilibri del bilancio regionale.Durante l’incontro ho avuto modo di comunicare all’assessore Tronzano l’apprezzamento delle altre regioni per le misure adottate in Piemonte: l’annullamento del bollo auto per i primi cinque anni e la sua riduzione a 1/4 per i veicoli Gpl e a 1/5 per quelli a metano. Si tratta di scelte che incentivano l’utilizzo di veicoli a minore impatto ambientale, concorrono a rendere meno inquinante il parco veicolare, nella direzione del rispetto delle limitazioni imposte dalla Comunità Europea e danno ai cittadini una non irrilevante boccata d’ossigeno in termini di risparmio sui costi del bollo auto”.

L’incontro è stato promosso dal Presidente Piazza nel solco degli incontri annuali avviati da tempo con la Regione: “L’incontro ha confermato il proficuo rapporto di collaborazione avviato con la Regione Piemonte, avvalorato dalla costante disponibilità all’ascolto dell’assessore Tronzano e dall’impegno di dare seguito alle proposte pervenute, qualora condivise e nel rispetto degli equilibri di bilancio”.

All’incontro hanno altresì partecipato il Responsabile Regionale delle Politiche fiscali e contenzioso amministrativo,Fabrizio Zanella e il Funzionario Regionale, Orazio Munafò.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button