Dal CuneeseAttualità

Giornata contro l’Hiv, i radicali cuneesi: più educazione sessuale nelle scuole

«Visto che fino a ora ha ignorato le nostre richieste ufficiali, in concomitanza con la Giornata mondiale contro l’Hiv (che si celebra oggi, 1° dicembre), chiediamo pubblicamente al provveditore agli studi della Provincia di Cuneo di riceverci”. Inizia così una nota stampa firmata da Filippo Blengino, Alexandra Casu e Sabatino Tarquini, rispettivamente segretario, tesoriera e presidente di Radicali Cuneo “Gianfranco Donadei”, e Dante Anderlini, segretario di ApertaMente. 

“Da uno studio che abbiamo promosso – continuano i Radicali – è emerso che circa il 94% degli studenti della Provincia di Cuneo non ha mai frequentato, o frequentato solo sporadicamente, iniziative di informazione sessuale. L’intero sondaggio, i cui risultati sono disponibili sul nostro sito radicalicuneo.org, disegna una situazione allarmante. Urge attivare in tutte le scuole corsi sull’affettività e sull’informazione sessuale, e serve rendere più facilmente accessibili nelle scuole assorbenti e preservativi (inclusi quelli femminili), magari a prezzi calmierati, su esempio di molti Paesi esteri. La prevenzione non la si fa solo a parole il 1° dicembre, occorre impegnarsi concretamente. Chiediamo all’Ufficio scolastico di inviare una circolare a tutti i presidi della Provincia di Cuneo affinché vengano incrementate le iniziative di informazione sessuale, spesso promosse solo in alcuni istituti”.

Sponsorizzato

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button