BRAAttualità

Dubbi sul progetto della nuova media di Bra anche per Legambiente

BRA – La sezione locale di Legambiente  si associa alle perplessità manifestate nei giorni scorsi da Italia Nostra riguardo la localizzazione del progetto della nuova Scuola Media che dovrebbe sorgere nell’area “ex-scalo ferroviario” di Bra. “Gli edifici scolastici devono essere concepiti nel primario interesse dei ragazzi che usufruiranno di quegli spazi, prevedendo alti standard di vivibilità, sicurezza e salubrità, oltre al ricercare un equilibrato rapporto con il resto del tessuto urbano cittadino.” commenta Nadia Virtuoso presidente di Legambiente Braidese “Ci pare che già nelle premesse, il luogo individuato per la realizzazione della nuova Scuola Media, presenti rilevanti criticità: il terreno potrebbe aver risentito delle precedenti attività svolte nell’area accumulando negli anni vari tipi di inquinanti; nelle vicinanze della nuova edificazione, in linea d’aria, sono presenti due importanti industrie chimiche ed inoltre andrebbero valutate con grande attenzione le ripercussioni sulla viabilità cittadina, che potrebbe venir ulteriormente congestionata, soprattutto nelle ore di punta, con ovvie ricadute sulla già non buona qualità dell’aria”. Legambiente Braidese invita a rivalutare il progetto della nuova Scuola Media orientando le scelte verso soluzioni legate alla riqualificazione di edifici scolastici già esistenti, meglio inseriti nel tessuto urbano, rispetto a quello che si vorrebbe realizzare presso l’ex scalo ferroviario.

Circolo Legambiente del Braidese

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button