Dal CuneeseEventi

Da sabato 4 settembre appuntamento con la 74° Mostra della Meccanica Agricola a Saluzzo

Dopo essere stata una tra le poche Mostre Nazionali andate in scena nel 2020, ecco che ritorna la Mostra della Meccanica Agricola di Saluzzo, e lo fa scommettendo sul futuro. Nuovi spazi, una importante collaborazione con BOSTER NORD OVEST – Bosco e Territorio e la nascita dell’area tematica Filiera del legno del saluzzese. Anche in questo 2021 aprire i cancelli sarà un atto dal forte significato simbolico. Esserci e raccontare il lavoro di tanti, guardando in modo positivo al futuro.

L’antico Marchesato porta in alto le sue eccellenze legate alla terra e lo fa ogni anno con la Mostra della Meccanica Agricola (siamo alla 74° edizione) che presenta ai visitatori un mix di tradizione e innovazione, elemento distintivo che connota molte aziende leader del territorio. La Mostra da 13 anni si fregia del prestigioso titolo di Nazionale, a conferma della professionalità e dell’alto livello degli espositori.

Come d’abitudine sarà allestita al Foro Boario, uno spazio di ampia metratura e dotato di ingressi e uscite separate, caratteristiche decisive per poter confermare la Mostra mercato anche nel 2021, nel rispetto del distanziamento sociale e delle normative anti-Covid che vigono. Il visitatore potrà così ancora una volta conoscere macchinari di ogni genere e curiosare tra le ultime novità nel campo dell’agricoltura che volgono lo sguardo al futuro. La Mostra attrae non soltanto i professionisti e gli appassionati del settore, ma da generazioni è un’occasione di incontro che, al termine dell’estate, crea un’atmosfera di “casa”.

Quest’anno ritorna ARA Piemonte che, dopo un anno di obbligato stop, userà un’area esterna di oltre 3000 mq per presentare la razza bovina Frisona Italiana ed il comparto dell’allevamento da latte. Occasione imperdibile per vedere le migliori vacche lattifere della nostra regione.

Novità l’Area tematica FILIERA DEL LEGNO DEL SALUZZESE che nasce dalla volontà esplicita di caratterizzare una Mostra Nazionale che racconta un territorio ricco di prodotti e produttori, ditte specializzate, comparti differenti, ma che anche sa raccontare un fortissimo legame con le vallate montane, con i territori alpini e quindi con le caratteristiche di un settore primario specializzato.

Quest’area è rivolta all’utenza tecnica, professionale e hobbistica dei prodotti e servizi delle filiere del legno, della manutenzione del territorio montano e dell’agricoltura di montagna, nonché all’utenza privata curiosa e interessata.

L’apertura di una nuova area tematica dedicata alle filiere del legno, oltre a rafforzare l’offerta espositiva dell’evento, completa la rappresentazione del tessuto produttivo territoriale. La consulenza straordinaria dello staff organizzativo di BOSTER nord ovest, evento leader in Italia nel settore forestale e delle filiere del legno, facilita un percorso di crescita della Mostra di Saluzzo che, all’imbocco delle principali valli del cuneese, si candida a diventare il sito e l’incontro ideali per gli operatori professionali del settore forestale.

All’area si legherà poi la PRIMA ASTA DEL LEGNO LOCALE DI PREGIO. Organizzata da Lucio Vaira (Walden srl) e Marco Bonavia nell’ambito del progetto GreenChainSAW4Life e con il supporto degli uffici forestali delle valli Po e Varaita, l’iniziativa intende valorizzare il legname del Monviso reinstaurando il legame tra proprietari forestali, imprese boschive e la filiera di prima e seconda trasformazione. Uno sforzo per giocare la carta dell’eccellenza. Piccoli numeri, prodotti d’eccellenza!

Inaugurazione, come da tradizione, il sabato, 4 settembre

Non mancheranno momenti di incontro, un convegno legato a montagna e legno, in una visione fortemente legata al futuro e alla Candidatura a Città Capitale della Cultura 2024. Il confronto tra professionisti, operatori e amministratori è un propulsore di nuove idee e soprattutto lavoro di squadra. Protagoniste saranno le Associazioni di settore e l’UNCEM in collaborazione con Polo Legno Monviso.

 

Anche la Festa Patronale offre al pubblico serate di musica e spettacoli, a partire da un ospite d’eccezione: sabato 4 settembre arriva a Saluzzo l’Orchestra Franco Bagutti che porterà l’allegria e il divertimento del Liscio (al momento con prenotazione e posto a sedere) nello spazio della Ex Caserma Musso, il palcoscenico di tutti gli appuntamenti.

Ancora una doppia serata firmata Jazz Visions e Piemonte dal Vivo/Occit’amo Festival (mercoledì 1 e venerdì 3 settembre). Non mancherà Aurelio Seimandi con un nuovo spettacolo che vedrà sul palco diversi protagonisti.

 

In continuità con la passata edizione – Cura e attenzione ai protocolli Covid-19 sono valsi alla Città di Saluzzo il marchio “Covidless Approach&Trust” nato dallo studio che attraverso 7 asset strategici, tra cui la capacità ricettiva sicura, l’intrattenimento, le strutture ospedaliere, la ristorazione, il sistema ricettivo, le infrastrutture per sport e benessere e l’amministrazione smart, ha permesso all’Università di Torino di coinvolgere una serie di realtà (Alba, Bra, Frabosa Soprana, Frabosa Sottana, Limone Piemonte, l’Unione di Comuni Colline di Langa e del Barolo e l’Unione Montana Valle Maira) con l’obiettivo di attestare la fruibilità dei servizi delle città in sicurezza. Il progetto, finanziato dalla Fondazione Cassa di risparmio di Cuneo, ha visto Saluzzo presentarsi come comunità coesa, solidale ed accogliente, pronta a lavorare per ri-partire anche in una stagione così complessa e difficile.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button