GuareneROERO ESTROEROAttualità

Da borgo a polo culturale Guarene al centro di un progetto patrocinato da Confindustria Cuneo

Borghi e aree interne sono temi di grande attualità che stanno ricevendo una forte attenzione, sia politica che mediatica, anche per effetto delle previsioni del PNRR che proprio a queste realtà, e alla loro riqualificazione, riserva delle risorse specifiche nella cornice del Piano Nazionale Borghi.

Confindustria, con il Gruppo Tecnico Cultura, ha deciso di inserirsi in questo dibattito per conoscere e riconoscere quegli elementi utili a considerare un borgo oltre che bello, anche attrattivo e attraente, tutto da vivere.

Guardando oltre la transitorietà dello scenario pandemico, il progetto, sviluppato in collaborazione con il Touring Club, ha cercato il senso di una vivibilità a 360 gradi, un concetto multidimensionale in cui l’incontro tra sapienza manifatturiera, arte, storia e cultura ha dato una spinta decisiva alla crescita e allo sviluppo del territorio.

Spello, Guarene e Soveria Mannelli sono i primi tre borghi scelti per questo percorso di presentazione nazionale.

UN BORGO BELLO DA VIVERE
Da borgo a polo culturale: GUARENE è il titolo scelto da per l’evento che si svolgerà a Guarene venerdì 19 novembre, patrocinato dal Comune, organizzato da Confindustria Cuneo – Unione Industriale della Provincia in collaborazione con la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo.

“Un’occasione di grande visibilità per il nostro paese che finirà su un palcoscenico nazionale quale caso studio di come la cultura possa diventare motore di sviluppo locale – spiega il sindaco guarenese Simone Manzone -. Siamo molto orgogliosi che Guarene sia uno dei comuni italiani scelti per ospitare questo evento, in rappresentanza del nord Italia. Questa è la conferma di quanto sapevamo da tempo: investire su arte e cultura è la via maestra per ridare vitalità e attrattiva ai nostri borghi e siamo felici e soddisfatti del lavoro che abbiamo fatto fin qui, che oggi produce questi risultati”

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button