ALBACultura e Spettacoli

Concerto di Capodanno con Alba Music Festival

Oggi pomeriggio, martedi 1 gennaio, alle ore 17,30 presso la Chiesa di San Domenico in Alba, la XII edizione del Concerto di Capodanno con Alba Music Festival, dall’Opera ai Valzer viennesi, ecco il programma completo:

Injeong Hwang soprano
Gian Luca Pasolini tenore
Orchestra Sinfonica Pergolesi
Direttore Gudni Emilsson

Uno straordinario direttore, l’islandese Gudni Emilsson, la voce e l’inconfondibile presenza scenica del tenore Gian Luca Pasolini, che assieme al soprano coreano Injeong Hwang, ci offrirà alcune delle più celebri romanze operistiche di Verdi e Puccini, da Nessun dorma a Che gelida manina, da E lucevan le stelle a La donna è mobile. L’Orchestra Sinfonica Pergolesi accompagnerà questo programma sinfonico che, partendo dai grandi compositori del passato come Rossini, con l’Ouverture del Barbiere di Siviglia, e Brahms, giungerà al rito beneaugurale della tradizione viennese della famiglia Strauss. Un concerto imperdibile, una celebrazione della bellezza e dell’arte per questo inizio d’anno in musica.

Programma

Gioachino Rossini 1792-1868
da Il barbiere di Siviglia: Sinfonia

Giacomo Puccini 1858-1924
da Tourandot: Nessun dorma

Giuseppe Verdi 1813-1901
da Rigoletto: Caro nome

Johannes Brahms 1833-1897
Danza ungherese n. 1

Giacomo Puccini
da La bohème:
Che gelida manina
Quando men vo soletta

Johannes Brahms
Danza ungherese n. 6

Giacomo Puccini
da Tosca: E lucevan le stelle

Giuseppe Verdi
da Rigoletto: La donna è mobile

Johann Strauss figlio 1825-1899
Unter Donner und Blitz (Polka schnell), op. 324

Johann Strauss figlio e Josef Strauss
Pizzicato-Polka

Johann Strauss padre 1804-1849
Seufzer Galopp, op. 9

Johann Strauss figlio
Tik Tak Polka, op. 265
An der schönen blauen Donau, op. 314

Gian Luca Pasolini
Laureato presso il Conservatorio di Pesaro con Robleto Merolla, si perfeziona all’Accademia di Busseto con Alain Billard e all’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino con Bernadette Manca di Nissa. Consegue nel 2007 il master di Biennio in Canto Lirico e nel 2014 quello in Musica vocale da camera presso il Conservatorio di Firenze. Debutta nel 2006 con Carmina burana al Maggio Musicale Fiorentino con diretta radiofonica Rai3, scelto personalmente dal maestro Zubin Mehta per festeggiare il suo 70° compleanno. Nel 2007 è già protagonista alla Scala di Milano in un’opera moderna di Fabio Vacchi, Teneke, con la direzione di Roberto Abbado e la regia di Ermanno Olmi. Da allora ha avuto modo di calcare i palcoscenici di alcuni fra i maggiori teatri del mondo, collaborando con celebri registi e direttori. Tra le sue incisioni, il Requiem di Verdi, Anna Bolena di Donizetti e Igrok di Prokof’ev.

Injeong Hwang
Nata a Seoul, si è laureata all’Università “Ewha” della sua città nel 2015, anno in cui ha vinto il premio premio in un concorso nazionale. Ha inoltre ottenuto il premio speciale nel Concorso Teresa Bellòc 2016 ed è stata selezionata quale giovane artista da Waltz & Dr. Mahn in Corea nel 2016. Trasferitasi in Italia per affinare la conoscenza linguistica e culturale propria del repertorio operistico, si è esibita in diverse produzioni liriche e recital, anche come artista in residence dell’Alba Music Festival. Ha frequentato il Civico Istituto Musicale “Lodovico Rocca” di Alba e il corso di laurea presso il Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Torino sotto la guida di Silvana Silbano, affermandosi progressivamente per le sue qualità vocali e interpretative.

Gudni Emilsson studia pianoforte e direzione d’orchestra alla Staatliche Hochschule für Musik di Trossingen in Germania. Si aggiudica numerosi premi internazionali tra i quali l’Herbert von Karajan Award a Salisburgo, il Richard Wagner Award a Bayreuth, il Lind Artist Award a Reykjavík, il Masaryk Artist Award della Masaryk University di Brno. È ospite di prestigiose orchestre europee, quali la Stuttgarter Philharmoniker, la Nürnberger Symphoniker, la Mannheim Chamber Orchestra, la Nordwestdeutsche Philharmonie, la Sinfóníuhljómsveit Íslands, l’Orchestra Sinfonica di Stato di Salonicco, la Česká Filharmonie di Praga, la Suk Chamber Orchestra di Praga, l’Orchestra Sinfonica del Teatro Nazionale di Praga, la Symfonický Orchestr Českého Rozhlasu di Praga, la Symfonický Orchestr Hlavního Města Prahy FOK di Praga, la Warsaw Philharmonic, la Filharmonia Narodowa di Varsavia, la Filharmonia Łódzka di Łódź, la Tonkünstler-Orchester di Vienna, l‘Arkansas Symphony Orchestra, l’Orchestre Symphonique d’Avignon, la Filarmonica di Belgrado, l’Orchestra Sinfonica di Cipro, l’Orchestra del Teatro Verdi di Trieste. Dirige in tutta Europa, in Africa, nei paesi del Medio Oriente, in Giappone, Corea del Sud, Cina e molte altre località dell’Asia, e nel Nord e Sud America. È impegnato anche presso importanti istituzioni musicali europee come il Gewandhaus di Lipsia, la Tokyo Opera City Hall, la Smetana Hall di Praga, la Sala Cecilia Meireles a Rio de Janeiro, la Konzerthaus di Klagenfurt. Collabora con artisti di fama internazionale, tra gli altri Emmanuel Pahud, Josef Suk, Dimitri Ashkenazy, Uto Ughi, Shlomo Mintz, Sergei Nakariakov, Mischa Maisky. Dal 1999 è Direttore principale della Kammerorchester di Tübingen, dal 2000 al 2004 è stato Direttore principale della Suk Chamber Orchestra di Praga. Dal 2005 è alla testa della Camerata Bohemica di Praga e assume il ruolo di Direttore principale della Thailand Philharmonic Orchestra.

L’Orchestra Sinfonica Pergolesi, nuova e brillante compagine orchestrale con sede a Milano, racchiude in se tutta l’energia e la progettualità delle nuove generazioni di musicisti. Si è posta, fin dalla sua fondazione, l’obiettivo di promuovere e divulgare la cultura musicale verso il grande pubblico, attraverso un repertorio che spazia, nel segno della più ampia versatilità, dal barocco al contemporaneo, dal classico al cross-over, ospitando solisti e direttori di fama internazionale, con una particolare sensibilità nell’incontro tra la musica e le diverse discipline artistiche. La direzione artistica e musicale è stata affidata a Giulio Marazia che ha accompagnato l’orchestra fin dai suoi primi passi.

Informazioni
Tel. 0173.362408, info@albamusicfestival.com, www.albamusicfestival.com

Capodanno con Alba Music Festival è realizzato in collaborazione con: Comune di Alba, Fondazione Live Piemonte dal Vivo, Regione Piemonte, Ministero per i beni e le attività culturali, Famija Albèisa, Parco Culturale Langhe Monferrato Roero, Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe, Roero e Monferrato, Alba Campus, Consorzio per la Tutela dell’Asti D.O.C.G.

Prevendita
Presso il Consorzio Turistico Langhe Monferrato Roero, Piazza Risorgimento, 2 – Alba (CN), tel. 0173.362562. Biglietti numerati: 20 euro (Settore A file 1-9), 15 euro (Settore B da fila 10), 10 euro per i minori di 14 anni, più 1 euro diritti di prevendita. In caso di disponibilità di posti, i biglietti possono essere acquistati il giorno stesso dalle ore 16.00 nel luogo del Concerto. È possibile la prenotazione diretta sul sito www.albamusicfestival.com con assegnazione automatica dei migliori posti disponibili (pagamento senza diritti di prevendita tramite bonifico, Paypal, carte di credito). È inoltre possibile la prenotazione telefonica al numero sopra riportato o via email: info@tartufoevino.it: in questo caso i biglietti prenotati andranno obbligatoriamente ritirati nel luogo del Concerto entro le ore 16.45. È vivamente consigliato di avvalersi del servizio di prevendita.
Per gli Amici di Alba Music Festival è possibile scegliere i biglietti nel Settore A a 15 invece di 20 euro, più 1 euro diritti di prevendita, tramite prenotazione entro il 20 dicembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button