Bruttura edilizia ai limiti del capoluogo: «Verrà demolita»

684
Incompiuta in attesa da lustri. Questa palazzina sarà abbattuta

Fa brutta mostra di sé in abbandono da lustri lungo la “salita nuova”, la tortuosa tratta della Sp 661 che da Moglia conduce al centro storico di Cherasco: ancora per poco perché sarà demolita. Lo ha annunciato il sindaco Claudio Bogetti. Niente riqualificazione come già previsto da un permesso di costruire in deroga rilasciato nel 2014. La proprietà di questa palazzina incompiuta, dopo aver anche cercato di venderla ha fatto richiesta di abbattimento. «Stiamo per accoglierla» – ha proseguito Bogetti sollecitato in Consiglio da un’interrogazione del gruppo di minoranza “Cherasco Viva”.

«Ma che ne sarà della ricaduta pubblica collegata a quel permesso edilizio, la ristrutturazione della confinante scalinata pedonale?» – ha chiesto per gli interroganti Paolo Tibaldi. «La farà il Comune» – ha risposto Bogetti definendo «eccellente risultato» la soluzione di eliminare l’adiacente stonatura architettonica.